Telecamere e paletti contro la sosta selvaggia

La minaccia del sindaco contro gli automobilisti indisciplinati

Il sindaco Silvio Sasso

Arrivano importanti aggiornamenti in materia di traffico e di mobilità urbana nel comune di Sessa Aurunca, con particolare riferimento alla zona alta. Sono operativi già da oggi, lunedì 2 dicembre i nuovi sensi unici in via delle Terme con obbligo verso corso Lucilio, in via Roma con obbligo verso la provinciale in zona largo San Giovanni e in località Lo Capitolo (strada di uso pubblico) con doppio accesso da via XXI Luglio (palazzo Grella e ingresso Casa Comunale) ed uscita obbligatoria su via XXI Luglio dal lato dell’ufficio postale. Ad annunciarlo è stato il sindaco Silvio Sasso tramite i suoi canali social.

"Questo per evitare – avverte il primo cittadino, stufo degli automobilisti indisciplinati – il posizionamento definitivo di dissuasori verticali in tutto o in gran parte della stessa via XXI Luglio. La presenza costante della polizia municipale negli ultimi giorni ha contribuito fortemente a migliorare la situazione, ma al tempo stesso ha condotto a dover elevare decine di contravvenzioni che certamente pesano sulle tasche dei cittadini e che non sono certo lo spirito e l’obiettivo della presenza e dei controlli. Si sta provvedendo comunque ad installare telecamere specifiche lungo via XXI Luglio per il controllo anche remoto della circolazione e delle fermate selvagge così da poter rilevare dati ed intervenire in modo mirato e specifico".

"In alcuni momenti della giornata si verificano in via XXI Luglio rallentamenti dovuti al gran numero di auto circolanti e alle fermate selvagge che occupano temporaneamente, con intralcio allo scorrimento, tutti gli spazi disponibili compresi quelli degli incroci, dei fianchi delle carreggiate, delle stesse sedi stradali spesso anche in doppia fila - continua - E il numero di agenti della polizia municipale non è sufficiente ad effettuare un controllo h24 su tutte le zone interessate e sul resto del territorio. In merito alla questione traffico è bene ricordare che per conformazione urbanistica le nostre strade non hanno metraggio sufficiente per strutturarsi in quattro spazi/corsie, due di transito e due di sosta. Pertanto o si rinuncia al parcheggio laterale o, per salvare i posti di sosta temporanea, si procede a senso unico tenendo presente tra l’altro che su alcune di esse è impossibile istituire la direzione obbligatoria. A ciò si aggiunga che, di fronte al numero sempre crescente di auto in circolazione, le strade provinciali o comunali non sono modificabili per dimensioni e restano quelle determinate decenni fa nella fase di costruzione dei fabbricati e dei quartieri che le delimitano".

Il sindaco Sasso richiama poi alcuni provvedimenti migliorativi e indispensabili messi già in campo dalla sua amministrazione comunale: "Il senso unico in via Ospedale è stato invocato per anni e realizzato solo nello scorso giugno in coincidenza con l’apertura della nuova caserma dei carabinieri in via Tuoro. Questo provvedimento ha determinato un netto miglioramento dello scorrimento in via Ospedale, prima sempre intasata, e nuova possibilità di parcheggio regolare ad ogni ora della giornata. Proprio in relazione a via Ospedale è il caso di precisare per i tanti che riflettono sulla correttezza della direzione scelta per il senso unico verso nord che il senso opposto verso il centro storico o l’uscita anche per via Santa Caterina determinerebbero problemi maggiori in quanto l’intero flusso dovrebbe obbligatoriamente transitare dinanzi alla chiesa dell’Annunziata per riversarsi in piazza Mercato prima e in corso Lucilio o largo Colombo poi con inversione verso la zona sud della città. Così come il doppio senso in via Santa Caterina comporterebbe la perdita degli attuali posti di parcheggio laterale e un aggravio notevole sull’incrocio di uscita con via XXI Luglio all’angolo con il Palazzo del Sole. Percorsi e problemi ben più complicati di quelli attuali che renderebbero la circolazione più intasata in molti punti".

"Pertanto la scelta della direzione di marcia in via Ospedale non ha alternative migliori seppure produce un maggiore flusso di traffico verso via XXI Luglio migliorabile per le ore di punta e non solo attraverso il contenimento della sosta indiscriminata in quest’ultima con appositi dissuasori in alcuni punti decisivi e (si spera) con un crescente senso civico di responsabilità - conclude Silvio Sasso - In tal senso risultano da evitare ad ogni costo i parcheggi che impegnano anche parzialmente le carreggiate o le fermate a coda di pesce ovvero quelle oblique rispetto alla strada. Da evitare inoltre le fermate sugli incroci e nelle arre di accesso ad altre strade, nonché le fermate temporanee in doppia fila ed ogni altro comportamento in contrasto con il codice della strada".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

Torna su
CasertaNews è in caricamento