Tassa sui rifiuti, la Provincia batte cassa: si finisce in tribunale

Chiesti 731mila euro per le quote Tarsu dal 2010 al 2012: il Comune si difende in giudizio

La Provincia di Caserta batte cassa e chiede ben 731mila euro al Comune di Teverola per il pagamento delle quote Tarsu (tariffa sui rifiuti) quantificate per gli anni 2010, 2011 e 2012. L’Ente guidato dal sindaco Tommaso Barbato ne è venuto a conoscenza solamente con l’atto ingiuntivo partito dalla Provincia che ha costretto il responsabile dell’Area Affari Generali, Nicola Mattiello, a chiedere anche alla giunta comunale di approvare un atto di indirizzo per la scelta di un avvocato che possa rappresentare il Comune di Teverola in occasione dell’udienza dinanzi al tribunale di Santa Maria Capua Vetere che si terrà nella terza settimana di settembre. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Ente ha deciso di affidarsi ad un “professionista esterno con i requisiti necessari” ed è arrivata una proposta da parte dello studio legale associato ‘Avvocati Verde-Menale’ che si è reso disponibile al lavoro per 3mila euro comprensivo di spese generali, oltre a Iva e Cpa. Quindi in pratica gli avvocati incasseranno poco più di 3800 euro con la speranza, per il Municipio ovviamente, di vedere l’Ente vittorioso nel giudizio. Come già detto per avere una risposta bisognerà per forza di cose attendere il mese di settembre perché c’è il rischio concreto di un buco, anche abbastanza profondo, nel bilancio comunale che già non vive un momento storico importante anche a causa del Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento