"Cancellata la tassa sui riifuti per le attività chiuse durante il lockdown"

La giunta presieduta dal sindaco Golia approva la delibera

“L’amministrazione comunale è al fianco di famiglie e imprese in difficoltà a causa della pandemia.  Abbiamo perciò scelto di approvare misure che siano un sostegno concreto a chi è in isolamento/ quarantena e a tutte quelle attività che durante il primo lockdown sono state chiuse o hanno subito un calo del fatturato”. Lo annuncia il sindaco di Aversa Alfonso Golia all’indomani dell’approvazione in giunta di due importanti delibere con le quali si dà inizio ad un programma di supporto alla cittadinanza e si passa alla fase operativa degli sgravi della tassa per lo smaltimento rifiuti.

“Grazie al NES (Nucleo emergenze sociali della Protezione Civile comunale), alla Caritas, e in collaborazione con la sede territoriale della Croce Rossa - spiega l’assessore alle Politiche sociali Ciro Tarantino - continueremo a garantire, e implementeremo, una serie di attività e servizi alle famiglie in isolamento e/o quarantena: dal servizio di informazione sociale unico al supporto alle famiglie nelle attività quotidiane tra cui la consegna a domicilio di generi alimentari, beni di prima necessità, farmaci, gestione degli animali domestici. Abbiamo inoltre previsto per le famiglie in isolamento e/o quarantena in difficoltà economica una misura di solidarietà fino ad un massimo di quattro settimane attraverso la consegna a domicilio di generi alimentari, prodotti per l’igiene e beni di prima necessità che saranno consegnati a domicilio dai volontari. Mentre il servizio ordinario di consegna a domicilio non è mai stato interrotto e sarà ora implementato – i concittadini già ricevono un messaggio con le indicazioni e il contatto appena la Asl ci comunica l’isolamento o la quarantena –, in settimana sarà comunicata la data di inizio e i requisiti di accesso alla misura di solidarietà”.

“Abbiamo approvato - spiega all’assessore alle Finanze Francesca Sagliocco - la delibera operativa per l’esenzione della Tari 2020 in favore delle micro piccole e medio imprese e dei titolari di reddito di lavoro autonomo, esercenti attività sospese a causa del Coronavirus. Una straordinaria misura di sostegno al tessuto economico della nostra città, realizzata con tre milioni di fondi comunali, che va ad aggiungersi a quelle fatte nei mesi scorsi da Governo e Regione. Un segnale di vicinanza, un aiuto concreto che non era scontato visto le condizioni finanziarie del nostro ente”.

“L’esenzione - spiega ancora l’assessore - è del 100% per le attività che sono state completamente chiuse, mentre è del 50% per quelle attività non direttamente sospese in grado di dimostrare un calo di fatturato nel primo semestre 2020 rispetto al primo semestre 2019. Nei prossimi giorni verrà pubblicata tutta la documentazione necessaria per aderire al bando”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento