Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Appello del vescovo ai parroci: "Pronti ad accogliere popolo afgano"

La promessa di monsignor Lagnese: "Caserta non lascerà solo il popolo afghano". I consiglieri di minoranza di Marcianise presentano una mozione per dare supporto a tutti coloro che scappano dal dramma

"Caserta non lascerà solo il popolo afghano". È la promessa di monsignor Pietro Lagnese, vescovo di Caserta, che ha chiesto a tutte le strutture di accoglienza della Diocesi di organizzarsi per accogliere i profughi in arrivo da Kabul, mentre la Caritas diocesana, coordinata dal direttore don Antonello Giannotti, si occuperà di assisterli nelle pratiche amministrative e di asilo politico e di coordinare tutte le operazioni necessarie. "Siamo tutti colpiti dalla gravissima situazione in cui si trovano a vivere soprattutto donne e bambini ma anche interi nuclei familiari. Di fronte alla tragedia che sta avvenendo nel Paese asiatico - continua il vescovo Pietro Lagnese - abbiamo deciso perciò di allertare tutte le strutture diocesane per essere pronti a fare la nostra parte come Diocesi e come comunità casertana. La grave crisi umanitaria che sta vivendo il popolo afghano parla alle nostre coscienze. Nessuno può restare indifferente dinanzi a tanto dolore".

Anche ai parroci sarà chiesto di attivarsi per l’accoglienza in parrocchia e di verificare se ci sono famiglie disponibili ad aprire le porte della loro casa a piccoli nuclei familiari o singole persone. L’ospitalità sarà coordinata dalla Caritas. Se ci saranno quindi profughi dislocati nel casertano dal Viminale, la Diocesi di Caserta sarà pronta per accoglierli gratuitamente. Le strutture che sono state già preallertate sono quelle già destinate all’accoglienza, come: Casa Emmaus; Laudato sì; Tenda della misericordia della Fondazione Iacometti e la Tenda di Abramo. Se servissero, ma l’ipotesi al momento appare lontana, per accogliere persone in fuga monsignor Lagnese ha messo a disposizione anche dei locali nel palazzo vescovile. "Dinanzi all’ennesima tragedia umanitaria che si sta consumando dinanzi agli occhi sbigottiti del mondo, mentre scongiuriamo i potenti del pianeta a non rimanere a guardare alla finestra – conclude monsignor Lagnese – noi vogliamo provare ad accogliere, certi che questo è il nostro dovere in quanto uomini e ancor più in quanto cristiani".

Sulla questione sono intervenuti anche i consiglieri di minoranza di Marcianise Antimo Rondello, Raffaele Delle Curti, Lina Tartaglione, Dario Abbate, Anna Arecchia, Paola Foglia, Raffaele Guerriero, Giuseppe Moretta, Pasquale Salzillo, Alessandro Tartaglione Antonio Tartaglione, i quali hanno depositato presso il protocollo del Comune, una mozione rivolta al sindaco Antonello Velardi e alla giunta comunale affinché si aderisca all'appello della rete dei sindaci al fine di creare le condizioni per un'azione congiunta e corale di tutte le istituzioni locali, anche attraverso enti del terzo settore, finalizzate a dare aiuto e supporto a tutti coloro che scappano dal dramma dell’Afghanistan e dalla follia dei fondamentalismi religiosi.

"A fronte degli appelli alla mobilitazione - è spiegato nella mozione - lanciati in queste ore da associazioni, reti formali e informali di cittadini e di rappresentanti delle istituzioni rispetto al dramma che stanno vivendo tante donne, bambini e uomini in fuga dall'Afghanistan, abbiamo il dovere di dare il nostro contributo. È evidente che una situazione tanto drammatica richieda una risposta organizzata, un impegno corale e condiviso. Bisogna fare la nostra parte. Nessun accordo internazionale può bastare senza l'impegno concreto delle amministrazioni locali e delle singole comunità attraverso l'accoglienza. Il nostro territorio ha una tradizione di accoglienza e di integrazione che dovremmo mettere al servizio di questa drammatica causa, in coerenza con i valori democratici e con le nostre coscienze, di fronte a un dramma di proporzioni enormi che coinvolge la vita di tanti innocenti che vedono compromessi i loro diritti fondamentali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello del vescovo ai parroci: "Pronti ad accogliere popolo afgano"

CasertaNews è in caricamento