Venerdì, 12 Luglio 2024
Attualità San Pietro Infine

Cani avvelenati: 'taglia' di 3mila euro sui responsabili

L'Aidaa dichiara guerra con una denuncia e una ricompensa a chi, con la propria testimonianza, farà condannare gli autori del 'genocidio' in corso

Ignoti stanno decimando i cani di San Pietro Infine, piccolo centro al confine tra Campania, Lazio e Molise. E lo stanno facendo nella maniera più atroce e meschina: avvelenandoli.

Per fermare questo vero e proprio 'genocidio' che sta interessando cani e gatti randagi, l'Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) ha deciso di intervenire con una denuncia contro ignoti. Ma non si è fermato a questo. Infatti è stata fissata una 'taglia' sulla testa dei responsabili del valore di 3mila euro che sarà pagata a chi, con la propria denuncia formale rilasciata davanti alle forze dell'ordine e con la successiva testimonianza, aiuterà a individuare e far condannare in via definitiva il responsabile o i responsabili di tali orrendi crimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani avvelenati: 'taglia' di 3mila euro sui responsabili
CasertaNews è in caricamento