rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Attualità Santa Maria Capua Vetere

Il Gal Alto Casertano estende il proprio raggio d'azione ad altri 8 Comuni

La presentazione delle attività in programma a Santa Maria Capua Vetere

Si amplia e si estende a nuovi territori la campagna di ascolto e di confronto con i comuni di Terra di Lavoro avviata nei mesi scorsi dal Gal Alto Casertano per costruire insieme la nuova strategia di sviluppo locale a valere sul prossimo PSR 2023/2027. All’indomani della nuova territorializzazione delle aree 'leader' in vista della programmazione 2023-2027, e nell’ambito delle azioni messe in campo quale supporto preparatorio alla Misura 19 relativa allo sviluppo locale di tipo partecipativo, il Gruppo di Azione Locale esordirà nel nuovo comprensorio assegnatole dalla Regione Campania con un incontro di animazione in programma giovedì 11 maggio, con inizio alle 17, nell’aula consiliare della Città di Santa Maria Capua Vetere, in via Albana.

Alla presenza dell’assessore regionale all’Agricoltura, Nicola Caputo, il Gal si presenterà ai sindaci, agli amministratori, agli attori istituzionali, alle associazioni e ai diversi stakeholders operanti nei comuni di Santa Maria Capua Vetere, Capua, San Tammaro, Calvi Risorta, Casaluce, Frignano, Gricignano d’Aversa, Teverola, d’ora in poi ricompresi nell’ambito di competenza del Gruppo di Azione Locale Alto Casertano. Ad aprire i lavori dell’incontro sarà il sindaco della città del foro, Antonio Mirra, che rivolgerà i saluti istituzionali ai presenti; ad introdurre il tema dell’iniziativa sarà il coordinatore del Gal Pietro Andrea Cappella, mentre il presidente Manuel Lombardi illustrerà l’attività presente e gli obiettivi futuri dello stesso Gruppo di Azione Locale.

L’assistenza tecnica curata dal dipartimento DEMM dell’Università degli Studi del Sannio di Benevento, presenterà i 5 ambiti strategici mutuati dal Pnrr e individuati dalla Regione Campania, dei quali solo 2 saranno alla base della nuova strategia di sviluppo locale da attuare nel prossimo quinquennio per favorire l’innovazione e la resilienza di Terra di Lavoro. Le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale all’Agricoltura Caputo che delineerà ruolo, sfide e strategie che attendono i GAL nella nuova programmazione.

“Ascolto delle esigenze del territorio, confronto con gli attori istituzionali, analisi dei punti di forza e di debolezza, individuazione delle linee di sviluppo e rilancio dell’area più a nord di Terra di Lavoro: sono questi i temi al centro degli incontri di animazione che, da inizio anno, stiamo tenendo nell’Alto Casertano, ed ora anche oltre il nostro storico perimetro, per costruire insieme e dal basso la nuova strategia di sviluppo locale, confrontandoci con sindaci, amministratori locali, rappresentanti delle diverse categorie datoriali e produttive, esponenti del mondo delle associazioni, e stakeholders vari”, spiegano Lombardi e Cappella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gal Alto Casertano estende il proprio raggio d'azione ad altri 8 Comuni

CasertaNews è in caricamento