Attualità

Sversano rifiuti nell'area ripulita dai volontari, il sindaco si sfoga: “Imbecilli”

Gli incivili sono tornati in azione a meno di 24 ore dalla prima tappa degli Ecodays

Gli sversamenti abusivi di rifiuti dopo l'iniziativa dei volontari che hanno ripulito un'area della periferia di Marcianise

Non sono passate nemmeno 24 ore dalla fine della prima tappa (in via Martiri delle Foibe a Marcianise) degli Ecodays, l'iniziativa organizzata dal Comune per ripulire la città dai rifiuti abbandonati, che gli incivili sono tornati in azione. Domenica 10 maggio, festa della mamma, un gruppo di persone (tra cui anche alcuni consiglieri comunali di maggioranza) ha ripulito un'area importante della periferia marcianisana, ma questa mattina qualche 'zozzone' è andato di nuovo a sversare buste dell'immondizia. 

A denunciarlo è stato il sindaco Antonello Velardi che si è lasciato andare ad un duro sfogo sui social. "Uno sfregio; il gesto di imbecilli che, per quanto mi riguarda, andrebbero condannati ai lavori forzati - ha detto il primo cittadino - E' una vergogna, ed è una vergogna che nessuno si indigni. Che nessuno faccia qualcosa. Che nessuno protesti. Che nessuno scenda in piazza. Dove sono quelli che su Facebook si lamentano di tutto? Dove sono quelli che ci giudicano anche per un filo d'erba? Dove sono i signori della politica di questa città? Dove sono i consiglieri comunali di opposizione che ci accusano ogni minuto di fare schifezze? Dove sono quelli che ieri postavano le foto dai loro rifugi dorati, dalle spiagge e dai monti, dalle barche e dai ristoranti alla moda, dalle loro torri in cui vivono nel nulla saccente? Dove sono i maestri e le maestrine delle belle maniere? Dove sono gli intellettuali dei nostri stivali? Dove sono i custodi della politica che fa gli interessi della gente? Dove sono tutti coloro che si dicono preoccupati del futuro della città? Dove sono? Sono dove stavano ieri. Francazzisti del nulla, stanno in relax: stanno ad osservare".

"Osservare non costa nulla, raccontare stupidità costa ancora di meno - ha aggiunto Velardi - Impegnarsi invece costa: non è gratis e, soprattutto, non si guadagna. Un grande grazie a tutti coloro che ieri si sono impegnati, per gli altri, non per se stessi. Hanno sudato e lavorato per la gente, per Marcianise. Si sono battuti e si battono per l'ambiente. Loro e non solo loro: gli agricoltori, gli ambientalisti veri, gli amici della natura, gli innamorati di questa maledetta terra. Coraggio, coraggio! Andiamo avanti; non possiamo farci scoraggiare da chi cerca di annullare il vostro, il nostro lavoro. Un grande grazie a loro e un invito soprattutto ai giovani e alle donne, le categorie più sensibili. Indignatevi!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversano rifiuti nell'area ripulita dai volontari, il sindaco si sfoga: “Imbecilli”

CasertaNews è in caricamento