"Sprecopoli in Comune: 75 euro a consigliere solo per la surroga di Ciontoli"

Speranza annuncia l'assenza nella seduta: "Abbiamo ancora 20 punti da discutere...". Anche un altro consigliere, Iannucci, non ci sarà: "Lo potevamo fare da remoto, invece..."

Norma Naim e Francesco Apperti

E’ stato convocato per mercoledì il nuovo consiglio comunale di Caserta che avrà un solo punto all’ordine del giorno, la surroga del consigliere dimissionario del Pd Antonio Ciontoli che sarà sostituto da Enzo Battarra. Una scelta, quella di una seduta con un solo punto all’ordine del giorno, che si risolverà nel giro di pochi minuti, che ha provocato la reazione dei consiglieri di Speranza per Caserta Norma Naim e Francesco Apperti. “Ancora sprechi, ancora regolamenti calpestati, ancora discussioni sui temi della città rimandate all’infinito - affermano i due esponenti dell’opposizione - La bassezza di questa consiliatura ha smesso di sorprenderci, e meno male che siamo ormai alle battute conclusive sperando che alle urne i casertani tengano conto di tutto questo. I cittadini devono sapere che domani, o più probabilmente mercoledì in seconda convocazione, almeno una dozzina di consiglieri comunali intascheranno un gettone di presenza (75 lordi) per andare a ratificare la surroga di Enzo Battarra che entra in assise al posto di Antonio Ciontoli. E nulla più. Con quasi una ventina di argomenti in sospeso da discutere, con mozioni e documenti che risalgono ormai a quasi un anno fa, è davvero incomprensibile la convocazione un Consiglio con quest'unico punto all'ordine del giorno. Addirittura, nell'ultima conferenza dei capigruppo, si è stabilito che anche il successivo ordine del giorno sarà monotematico, con la variante al Piano Regolatore per i moduli di terapia intensiva realizzati nel parcheggio dell'Ospedale Civile. Soltanto tra due settimane, forse, si riproverà a discutere delle proposte più volte rimandate a causa delle ripetute sospensioni dei consigli comunali per mancanza del numero legale dopo le “fughe” dei consiglieri di maggioranza. Ci scusiamo, quindi, con il neo consigliere Battarra a cui diamo il benvenuto, ma i consiglieri non saranno in Aula, non condividendo la scelta di svolgere l'assemblea in presenza, mentre centinaia di piccoli, medi e grandi comuni in tutta Italia si sono organizzati con consigli comunali in video conferenza, ma soprattutto come denuncia per l'ennesimo spreco perpetrato da consiglieri comunali senza vergogna che si regaleranno 75 euro a testa per un impegno che durerà, al massimo, cinque minuti di orologio".

Al consiglio comunale non parteciperà neanche il consigliere comunale del Partito Socialista Gianluca Iannucci, che ha spiegato così la sua decisione: "Ho deciso di non partecipare alla prossima riunione del Consiglio Comunale, convocato "in presenza" in occasione della surroga del consigliere dimissionario Antonio Ciontoli. Questa scelta non è causata da un motivo politico: credo che il Consiglio avrebbe dovuto dare un segnale di forte responsabilità a tutta la Città, specie nella circostanza di questo grave momento che vede peraltro molti casertani impediti di poter celebrare i loro eventi familiari a causa dell'emergenza sanitaria. Il Consiglio, infatti, si sarebbe ben potuto riunire "da remoto", grazie a tutte le opportunità da mesi garantite dalle nuove tecnologie per questo tipo di appuntamenti istituzionali. Un'occasione persa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento