menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune non paga l’affitto alle suore, scatta la diffida

La Congregazione si è rivolta agli avvocati per ottenere i soldi per l'immobile trasformato in scuola: l'Ente rischia lo sfratto

Sono dovute ricorrere alla diffida dell’avvocato Raffaela Bava per tentare di vedersi riconosciuta dal Comune la somma che spetta per la locazione del loro immobile. Sono pronte ad una battaglia legale le ‘sorelle’ della Congregazione delle Suore Angeliche di San Paolo, alle prese con un Comune che a loro dire è inadempiente.

Nelle diffida presentata al Comune di Arienzo si legge infatti che la Congregazione aveva concesso con regolare contratto l’unita immobiliare di via dell’Annunziata all’Ente, per essere adibita ad edificio scolastico. 

Lo stesso Comune però, scrive l’avvocato, “si è reso inadempiente nel pagamento dei canoni di locazione relativi ai mesi da marzo ad ottobre 2018 per un importo di 24mila euro, oltre alle spese riguardanti gli oneri accessori”.

Dalle suore è quindi arrivati un ultimatum: entro 5 giorni dalla ricezione della diffida scatterà infatti il ricorso all’autorità giudiziaria per ottenere la procedura di sfratto per morosità e conseguente liberazione forzosa dell’immoible, oltre all’ingiunzione di pagamento per quanto dovuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Attrice casertana sbarca in Rai col 'Commissario Ricciardi' | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento