Patto Lega-sindaco, opposizione furiosa: "In giunta la suocera del consigliere leghista per chiudere la crisi"

"Avere la forza di far nominare la mamma di tua moglie nell'esecutivo è una cosa eclatante"

Antonio Luise coi colleghi della Lega

“E quando tutto sembra perduto, non temere. E’ sempre possibile pescare in famiglia, madre o suocera che sia. L’importante è non perdere di vista l’obiettivo: la Poltrona”. A parlare sono i consiglieri comunali Nicola Oliva, Anastasia Petrella, Rosa Raimondo, Guido Schiavulli e Giuseppe E. Scialla, che, in una nota stampa, hanno così commentato gli ultimi avvicendamenti in seno alla maggioranza di Castel Volturno.  “Avere la forza per far nominare in Giunta tua Suocera, la madre di tua moglie, è davvero un fatto eclatante. Ancor di più se si pensa che le sono state affidate deleghe pesantissime, senza competenze specifiche  - affermano i componenti dell’opposizione -. Abbiamo assistito ad una manovra lesta in zona Cesarini degna della partita più spettacolare e più rischiosa dell’anno. La situazione sembra abbastanza chiara: pur di salvare i propri interessi politici, nell’insalata viene inserito di tutto, persino figure che mai hanno avuto a che fare con la politica, né locale, né fuori confine. Sono, piuttosto, espressione diretta dei consiglieri più fastidiosi”.

La critica da parte di Nicola Oliva è ferrata: “A quanto pare il Sindaco, che doveva difendere la città ‘con le unghie e con i denti’, lascia che si consumi questo abuso con un bel sorriso sulle labbra, firmando atti che, stando ad indiscrezioni giunteci, gli sono stati sottoposti senza dialogo precedente con la propria maggioranza. Ma allora chi comanda in questa Amministrazione? Chi e perchè ha pressato tanto per l’innesto in maggioranza della Lega? Mistero. Spesso si dice ‘si salvi chi può’, ma, davanti a queste azioni, è davvero difficile affermarlo. Con queste premesse, non c’è speranza per la nostra amata Castel Volturno”. Oliva sottolinea come l’attuale amministrazione castellana sia “riuscita ad andare veramente oltre i confini dell’immaginazione. Non hanno raschiato il fondo, ma l’hanno perforato. La barca del centro-destra continua a subire falle, tuttavia il motto di Petrella è, ormai, barcollo ma non mollo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non le manda a dire il capogruppo del PD, Giuseppe Scialla: “Il gruppo della Lega di Castel Volturno fa la seconda giravolta in pochi mesi. Nella prima occasione, a dicembre, convocarono una conferenza stampa in cui presero nettamente le distanze dall’amministrazione Petrella. In quella sede, il consigliere neo-salviniano, Antonio Luise, disse addirittura che scegliere come candidato Sindaco Luigi Petrella è stato il peggior errore che potessero commettere e per questo chiedevano scusa agli elettori. Da quel giorno, più di una volta hanno contattato noi della minoranza dicendoci che erano pronti ad andare dal notaio per firmare le dimissioni in massa e far cadere Petrella, salvo poi utilizzare i nostri dialoghi via smartphone come strumento di ricatto al Sindaco. Oggi, invece, fanno hanno fatto la seconda giravolta: l’arma del ricatto è stata efficace e la Lega entra in Giunta con 2 assessori, una delle quali è la suocera del recalcitrante Antonio Luise, il quale svolgerà contemporaneamente, la funzione di consigliere comunale e quella di assessore per interposta persona in totale violazione della legge. E’ bastato strappare una poltrona affinché Luigi Petrella non fosse più un errore. Citando Ennio Flaiano, la situazione è grave ma non è seria”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz all'alba: 38 arresti. Fiumi di coca, marijuana ed hashish 'coperto' da vedette TUTTI I NOMI

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • “Scuole riaperte da mercoledì”, ma De Luca spegne l’entusiasmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento