Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Capua

"Strisce blu triplicate una nuova tassa per i cittadini"

Il consigliere comunale Brogna accusa: "Gara da annullare"

“E’ stato triplicato il numero degli stalli, rispetto al piano parcheggi. Non sono cambiate in meglio le condizioni in questi anni, non c’è un incremento demografico, o nuove attrazioni. A che servono quindi i nuovi stalli in più? Per imporre una 'tassa blu' ai cittadini?”. E’ l’attacco rivolto all’amministrazione comunale di Capua dal consigliere di opposizione, Fernando Brogna in merito all’aumento delle strisce blu in città. Stando ai numeri, le aree di parcheggio a pagamento passano da 280 a 873.

Nel corso del consiglio comunale sul tema “abbiamo evidenziato quelle che secondo noi sono anomalie nella procedura”, dice Brogna a Casertanews. Il primo problema, secondo l’esponente della minoranza, va individuato nel capitolato: “Viene espressamente previsto che la ditta aggiudicataria non debba pagare Tari e Tosap (tasse su rifiuti e occupazione di suolo pubblico ndr). Questo però cozza con l’orientamento della Cassazione, che in recenti sentenze afferma che il concessionario delle aree parcheggio è assoggettato al pagamento della Tari. Infatti nel precedente capitolato era previsto, alla vecchia ditta fu notificata una cartalla esattoriale per il pagamento della tassa 2019, 20mila euro. Con gli stalli triplicati sarebbe triplicata anche la somma, con un possibile risparmio per i cittadini. Lo abbiamo segnalato all’assessore Nocerino Ci hanno risposto che sul tema ci sono sentenze concordanti; ma se pure fosse vero, l’amministrazione sta dalla parte dei cittadini o della ditta?”

Altra questione sollevata da Brogna riguarda gli ausiliari del traffico: “Viene fatta determina dirigenziale 8 dicembre 2022, giorno festivo, dove il Comune raccoglie l’invito raccolto dalla ditta che fornisce 6 nominativi per fargli fare corso come ausiliari senza considerare la clausola di salvaguardia. Quando lo denunciammo, il sindaco disse che era una fake news. Tre mesi dopo però hanno revocato questa determina. La cosa grave è che ci risulta che ci sarebbero fra i sei sostenitori di questa maggioranza”.

In conclusione per Brogna quella per le strisce blu è “una gara da annullare. Ritengo che è stato infatti anche alterato l’oggetto del contratto. Le zone che troviamo oggi non sono quelle individuate all’inizio. Se non rivedono tutta la situazione non posso fare altrimenti che rivolgermi autorità a tutela dei cittadini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Strisce blu triplicate una nuova tassa per i cittadini"
CasertaNews è in caricamento