menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La moglie di Emanuele Reali presente all'intitolazione della strada al vice brigadiere morto

La moglie di Emanuele Reali presente all'intitolazione della strada al vice brigadiere morto

Caserta non dimentica: intitolata la strada al vice brigadiere Reali davanti agli occhi commossi di Matilde

Un anno fa il carabiniere rimase ucciso da un treno mentre inseguiva un ladro

Caserta non dimentica chi ha donato la vita nello svolgimento del proprio lavoro. Questa mattina, nell'area Pip, nella frazione di San Benedetto, ha avuto luogo la cerimonia di intitolazione di un tratto di strada in memoria del vice brigadiere dei carabinieri Emanuele Reali, caduto in servizio a Caserta un anno fa, il 6 novembre 2018.

Alla cerimonia hanno presenziato autorità istituzionali, religiose e militari. In particolare si è avuta la partecipazione del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di Corpo d’Armata Vittorio Tomasone, del Comandante della Legione Carabinieri Campania Generale di Divisione Maurizio Stefanizzi, del prefetto di Caserta Raffaele Ruberto, del vescovo della diocesi di Caserta monsignor Giovanni D’Alise, del windaco di Caserta Carlo Marino, del procuratore capo presso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Maria Antonietta Troncone e del Procuratore Capo presso la Procura della Repubblica di Napoli Nord, Francesco Greco, nonché numerose altre autorità locali.

La madrina dell’evento è stata la signora Matilde Grasso, moglie del vice brigadiere Emanuele Reali, Medaglia d’Oro al Valor Civile, al quale è stata intitolata la strada. Il Comandante Interregionale Carabinieri, Gen. C.A. Vittorio Tomasone, così come il prefetto di Caserta ed il sindaco di Caserta, sono intervenuti, nel corso della cerimonia, con un breve discorso con il quale, oltre a ricordare il carabiniere morto, hanno richiamato i valori a cui da sempre L’Arma dei Carabinieri fa riferimento. La legalità, la vicinanza ai cittadini e la lealtà quali principi cardini per instaurare un valido rapporto con il territorio. Dopo la cerimonia, presso il Duomo di Caserta, è stata celebrata una Santa Messa officiata da monsignor Giovanni D’Alise, Vescovo della Diocesi di Caserta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento