Stipendio ‘sbagliato’, l’assessore costretta a restituire 2750 euro al Comune

Le è stato pagato la somma per intero e non al 50% essendo dipendente pubblica

L'assessore del Comune di Aversa, Elena Caterino

L’assessore delegata all’Ambiente Elena Caterino dovrà restituire 2750 euro al Comune di Aversa. E’ quanto emerge dalla determina numero 249 firmata dalla dirigente degli Affari Generali Anna Di Ronza. Dall’atto si evince che all’esponente de Partito democratico è stato liquidato lo stipendio da assessore per intero mentre, da dipendente pubblica, avrebbe dovuto prevedere la riduzione del 50%.

“Sono stata io a chiedere agli uffici comunali di restituire in un'unica soluzione quanto erroneamente versato dal Comune - ha spiegato la stessa Caterino -. Ci tengo a sottolineare che al momento della nomina ad assessore avevo correttamente comunicato di essere dipendente pubblico. Inoltre l'indennità mi viene versata su un conto che non utilizzo abitualmente e dunque non è stata mai toccata in tutti questi mesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

Torna su
CasertaNews è in caricamento