menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I danni alla tendostruttura di San Potito Sannitico

I danni alla tendostruttura di San Potito Sannitico

Il vento devasta il Comune, chiesto lo stato di calamità naturale

La mossa dell'amministrazione comunale per mettere mano ai danni provocati dal maltempo

Seguendo l’esempio di Vitulazio, con una delibera di giunta anche il Comune di San Potito Sannitico, guidato dal sindaco Imperadore, ha decretato lo stato di calamità naturale per le condizioni di maltempo verificatesi tra il 23 e il 24 febbraio scorso, quando e forte raffiche di vento investirono la provincia di Caserta causando grossi danni.

La piccola comunità fu particolarmente colpita dal maltempo, con una tromba d’aria che investì il territorio provocando grossi disagi e danni a proprietà pubbliche e private, in particolare con alberi e recinzioni sradicati, tegole di tetti divelti.

Proprio per questo è stato dato avvio ad una serie di procedure atte alla segnalazione dei danni conseguenti a tale evento e che sono tuttora in corso di esecuzione gli accertamenti del caso. Dalle prime ricognizioni e sopralluoghi effettuate dalla Polizia Locale e dall’Ufficio Tecnico Comunale sono stati accertati danni ingenti al patrimonio pubblico nonché ai privati cittadini. In particolare danni irreversibili sono stati causati alla tendostruttura adibita ad impianto sportivo di via Pozzo Campagna, adiacente l’ex edificio scolastico, con la distruzione completa della copertura in materiale plastico ed alcuni servizi ed accessori.

“Dobbiamo immediatamente provvedere al ripristino della tendostruttura, - ha dichiarato il sindaco Francesco Imperadore -  perché necessaria per gli atleti che quotidianamente vi si allenano”. Con la delibera n. 20 del 26 febbraio infatti, la giunta ha pubblicato l’atto d’indirizzo al Responsabile dell’area Lavori pubblici per la redazione del progetto di ripristino ed accensione del mutuo per il finanziamento intervento. “Porteremo avanti con solerzia l’iter procedurale per fare in modo che i nostri giovani ritornino al più presto ad usufruirne”, ha concluso Imperadore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento