rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità

Stadio da rifare ma il Comune spende 180mila euro per cambiare i sediolini

L'interrogazione presentata dal consigliere Del Rosso al sindaco e agli assessori: "Potevano essere utilizzati per altri impianti"

Stadio Pinto da rifare ma il Comune spende 180mila euro per i nuovi sediolini. E' questo l'oggetto di un'interrogazione presentata dal consigliere comunale Maurizio Del Rosso al sindaco del Capoluogo Carlo Marino, all'assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Marzo ed all'assessore allo Sport Gerardina Martino. 

Secondo il ragionamento di Del Rosso, la giunta comunale nel mese di settembre ha approvato il progetto definitivo di ristrutturazione "con demolizione e ricostruzione" dello stadio Pinto di Caserta. Si tratta del project financing presentato dal raggruppamento temporaneo di imprese composto da Aurora Immobiliare S.r.l, Casertana Football Club S.r.l., Consorzio Stabile Santa Rita per la realizzazione e gestione del nuovo impianto di viale Medaglie d'Oro. 

A dicembre, però, il dirigente ai lavori pubblici Franco Biondi ha affidato alla società Socoop la fornitura e posa in opera dei nuovi sediolini, oltre alla sistemazione dell'area disabili e l'installazione di un tabellone luminoso. L'importo dei lavori è di 180mila euro, finanziati dalla Regione con risorse delle Universiadi, che si sono svolte anche a Caserta. 

Per questo il consigliere Del Rosso, unitamente ai gruppi consiliari Zinzi per Caserta e Prima Caserta, chiede le motivazioni che hanno indotto  l’Amministrazione all’affidamento, in data 01.02.2022, per la fornitura in opera di sediolini della tribuna centrale e distinti nonostante avesse già deliberato il  23.09.2021 la ristrutturazione con demolizione e ricostruzione dello Stadio di Caserta "Alberto Pinto"; per quale motivo, in vista della “Ristrutturazione con demolizione e ricostruzione dello Stadio di Caserta "Alberto Pinto”, l’Amministrazione non ha cercato di utilizzare i fondi stanziati per la sostituzione dei sediolini con altri e più urgenti interventi sull’impiantistica sportiva comunale, previa autorizzazione degli organi competenti, considerato anche l’evidente spreco di denaro pubblico;  quali sono i tempi per l’inizio dei lavori e quale  la data di ultimazione degli stessi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio da rifare ma il Comune spende 180mila euro per cambiare i sediolini

CasertaNews è in caricamento