rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Attualità Capodrise

Stadio chiuso da 11 anni, nuova batosta per il Comune: stop all'affidamento

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato da una società di Casalnuovo

Bocciata la gara per la gestione dello stadio 'Sant'Andrea' di Capodrise, chiuso da oltre 11 anni (sbarrato dal 2011). Il Consiglio di Stato ha accolto l'appello di una società sportiva di Casalnuovo riformulando la sentenza del Tar Campania che aveva ritenuto inammissibile il ricorso per carenza di interesse ad agire, e ha accolto le tesi della ricorrente.

Nell’impossibilità di partecipare alla gara, la società si era rivolta alla giustizia amministrativa denunciando una serie di illegittimità. La più grave era rappresentata dalla pretesa del Comune (bollata anche come "illogica" e "irragionevole") di voler assegnare, su una struttura che versa in condizioni di severo abbandono, una gestione priva di rilevanza economica a un sodalizio di dilettanti dello sport, quando era evidente che occorreva una procedura che estendesse la partecipazione agli operatori che dispongono delle risorse necessarie per affrontare i lavori di riqualificazione.

Servirebbero 760mila euro per rendere lo stadio accessibile al pubblico. E i giudici hanno bocciato tutta la linea condotta dall'amministrazione che obbliga quindi così il sindaco Vincenzo Negro a ricominciare daccapo. E pensare che il primo cittadino era sicuro della vittoria tanto che con un post sottolineò con enfasi di "aver concluso il procedimento di affidamento dell'impianto" ad una società di Capodrise.

Adesso la partita deve iniziare nuovamente dal primo minuto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio chiuso da 11 anni, nuova batosta per il Comune: stop all'affidamento

CasertaNews è in caricamento