Attualità Marcianise

Squadra senza palestra, bufera su consigliere comunale: "Ci ha dimenticati"

Durissima nota della Icarus contro Delle Curti dopo l'intervento in assise in favore di altre due associazioni sportive

"L'avversario dovrebbe essere dall'altra parte della rete, non in casa propria". E' quando denuncia in una nota la Icarus di Marcianise, che con la squadra femminile rappresenta la provincia casertana in serie C di volley, che stigmatizza l'atteggiamento del consigliere comunale Raffaele Delle Curti reo di aver "dimenticato" la società nel corso dell'ultimo consiglio comunale durante il quale si è profuso per altre due associazioni sportive evidenziando le problematiche e difficoltà che stanno affrontando a causa del Covid. 

Un argomento sul quale "non c’è nulla da eccepire, associazioni e amministrazione dovrebbero sempre perseguire obiettivi comuni atti a valorizzare il territorio. Nei fatti il Consigliere Delle Curti, dimentica che sul territorio ci sono altre associazione sportive che rappresentano la città con orgoglio", sottolineano dalla Icarus. Una società che "è una di quelle associazioni che opera con entusiasmo anche nel sociale, promotrice di tante attività ed iniziative molto apprezzate sul territorio, e anche se non di conoscenza del consigliere, è orgogliosa dei tanti successi sportivi cumulati negli anni; riteniamo una tale omissione assolutamente scorretta, sia nei nostri confronti che delle altre associazioni sportive Marcianisane. Approfondendo il tema sportivo, va ricordato che la Icarus - prosegue la nota - con la squadra Femminile di Serie C è l’unica che rappresenta la categoria in Provincia di Caserta; in un anno così complicato e pieno di incertezze ha deciso di investire energie e risorse per allestire una squadra di livello per affrontare il massimo campionato regionale con tutte le migliori armi a disposizione, ingaggiando atlete di categoria e che in alcuni casi hanno calcato anche i campi nazionali".

Per la società di volley il consigliere comunale "dimentica tutte le difficolta che la Icarus sta attraversando per l’ottenimento della palestra (la stessa palestra che la Icarus ha allestito autonomamente) per lo svolgimento dei Campionati. L’avversario dovrebbe essere dall’altra parte della rete, non in casa propria - si ribadisce - una delle armi più importanti a disposizione di una squadra di pallavolo è la propria casa, il proprio campo, le mura amiche, oggi la Icarus si trova a dover competere in un campionato così complicato con un’arma in meno, costretta a dover chiedere ospitalità al di fuori del comune di appartenenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Squadra senza palestra, bufera su consigliere comunale: "Ci ha dimenticati"

CasertaNews è in caricamento