Uno sportello di ascolto ‘a distanza’ per le donne vittime di violenza

Allo sportello sarà possibile accedere anche per disturbi alimentari, disagio adolescenziale, problemi di coppia e disagi dovuti all’emergenza Covid-19

L'assessore Alessia Tiscione

L’Ambito sociale C1, di cui fa parte il Comune di San Nicola la Strada, come stabilito dalla vigente normativa, è il soggetto territoriale operante nella pianificazione delle politiche sociali e nell'erogazione dei servizi. Da tempo tra gli interventi sociali svolti dal Comune sannicolese a livello di ambito territoriale vi è il servizio di “Ascolto psicologico” con l’ausilio di una professionista del settore che opera presso l’ufficio dei Servizi Sociali di piazza Muncipio. I disagi attuali dovuti all’emergenza Covid-19 e quelli legati alla violenza di genere e intrafamiliare/domestica hanno spinto l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vito Marotta, a riorganizzare il predetto servizio mediante l’istituzione di un apposito sportello destinato al medesimo scopo presso i locali comunali adiacenti alla “continuità assistenziale”, ex guardia medica, di viale Europa. 

Le attuali restrizioni dovute all’emergenza epidemiologica in corso impediscono però di attivare nell’immediato tale sportello. Il servizio resterà comunque attivo, anzi potenziato, attraverso l’assistenza telefonica che potrà essere prenotata chiamando l’ufficio servizi sociali al numero telefonico 0823- 427252 negli orari di apertura degli uffici comunali per richiedere il servizio a distanza (salvo casi urgenti) attivo nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12. L’assessore alle Politiche Sociali Alessa Tiscione: ”Avremmo voluto inaugurare il nuovo sportello in occasione della celebrazione del 25 novembre, giornata internazionale per la eliminazione della violenza contro le donne, con un gesto concreto che aiutasse queste ultime con un sostegno psicologico in un clima ed in un luogo più accogliente e riservato. Ricordiamo però che tutte potranno comunque accedere a tale utile servizio a distanza, mediante prenotazione telefonica”. Allo sportello sarà possibile accedere oltre che per tematiche rivolte alla violenza di genere anche per disturbi alimentari, disagio adolescenziale-giovanile, problemi di coppia e disagi dovuti all’emergenza Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento