menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aiutaci a riempire il carrello": spesa solidale per chi è in difficoltà

L'iniziativa del Coc di Capua. Branco: "Portiamo aiuto dove ce n'è bisogno"

Al COC (Centro Operativo Comunale) di Capua prosegue in maniera frenetica l'attività per portare aiuto lì dove ce n’è bisogno.  

Il Centro operativo assicura nel territorio comunale la direzione e il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione. Sono garantite una serie di funzioni ai più bisognosi, in particolare agli anziani che per tutto il periodo dell’emergenza, grazie al prezioso contributo dei volontari, potranno ricevere assistenza per l’acquisto di generi alimentari, di medicinali o per determinate commissioni. E la seconda iniziativa di oggi proveniente dal COC di Capua, in cui confluiscono la Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana, la Caritas, in collaborazione con il Banco Solidale è stata ribattezzata “Aiutaci a riempire il carrello”.

"Grazie al COC - dice il sindsaco Luca Branco - è stata lanciata anche questa iniziativa, che mira a riempire i carrelli con prodotti a lunga conservazione quali pasta, pelati, olio, scatolame, prodotti per l’igiene personale ed ambientale. Ricordo altresì che ci sono molti bambini ed è giusto pensare anche a loro con biscotti, omogeneizzati, latte. Un prezioso aiuto in questo momento di grande difficoltà. Per informazioni e modalità su dove è possibile consegnare gli alimenti è possibile contattare i numeri 333 2255544 e 0823 560309”.

Inoltre anche i cittadini potranno dare una mano.  “Per tutte le famiglie in difficoltà – dice il primo cittadino Luca Branco - e se ne contano circa 300, abbiamo deciso di mettere su un campagna di raccolta fondi al fine di supportare le famiglie con un sostegno alimentare straordinario. È possibile fare una donazione alla Caritas di Capua utilizzando il seguente IBAN IT75C 08987 74840000000335908, con causale “Emergenza Covid 19”. In questo modo contribuiremo ad aiutare quei nuclei familiari che sono in condizioni di fragilità, che manifestano difficoltà nell’approvvigionamento di generi alimentari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento