rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
0 °
Attualità

L’odissea del sottopasso chiuso: attese lunghissime ed un quartiere in subbuglio

E’ chiuso da inizio settembre dopo l’allagamento: cittadini costretti al freddo e sotto la pioggia

L’odissea del sottopasso chiuso: attese lunghissime ed un quartiere in subbuglio.

E’ una situazione davvero paradossale quella che stanno vivendo i residenti del quartiere Acquaviva di Caserta, che da settembre devono fare i conti con la chiusura del sottopassaggio che permette di bypassare i binari che collegano via Vivaldi a piazza Sant’Anna.

Il tunnel per i pedoni è stato chiuso a causa del maltempo che ne provocò l’allagamento con seri danni all’impianto elettrico nei primi giorni di settembre, quando un violento acquazzone si abbatte sul Capoluogo.

Da lì è iniziata una vera odissea. Perché i passaggi a livello sono spesso chiusi per permettere il transito dei treni (la stazione dista 100 metri in linea d’aria) e questo costringe i pedoni a dover compiere lunga attese al freddo ed anche sotto la pioggia per poter passare.

Sono stati lanciati diversi Sos all’amministrazione comunale di Carlo Marino, ma per ora nulla è stato fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’odissea del sottopasso chiuso: attese lunghissime ed un quartiere in subbuglio

CasertaNews è in caricamento