Nuova emergenza rifiuti: la raccolta si ferma ancora

Impianti pieni e spazzatura a terra. Per i cittadini la beffa dell'aumento delle tasse per l'abbassamento della differenziata

I cassonetti della spazzatura destinati a riempirsi

Impianti chiusi con la spada di Damocle di una nuova emergenza rifiuti. E' quanto sta accadendo in queste ore a Caserta con un nuovo stop alla raccolta dell'umido che ha spinto Palazzo Castropignano a "richiamare" dalle ferie il dirigente all'Ambiente Marcello Iovino.

La spazzatura, in particolare la frazione umida, con ogni probabilità resterà a terra stasera. Il motivo? Gli impianti di Pastorano e Giffoni Valle Piana, con cui l'Ente ha stipulato contratti per lo scarico dell'umido, sono pieni e non possono ricevere altri rifiuti. Nella giornata di ieri rumors parlavano di fatture non pagate da parte del Comune ma dall'Ente fanno sapere che "questo non è un problema" in quanto "anche se si sbloccassero i pagamenti la spazzautura non verrebbe conferita". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E a pagare sono i cittadini. Non solo il disagio della spazzatura in strada ma anche l'abbassamento dei livelli di raccolta differenziata per effetto del mancato ritiro con il conseguente aumento della tassa rifiuti. In termini numerici, per averne contezza, si parla di 7-8 punti percentuali in meno di differenziata solo la prima settimana di sospensione del servizio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse in Campania fino al 30 ottobre per il coronavirus

  • Coronavirus, 120 nuovi contagi ed un'altra vittima nel casertano

  • Nuovo record di contagi nel casertano: 135 casi in un giorno

  • Il Covid colpisce ancora: 187 nuovi positivi nel casertano

  • Doppiato il record di contagi: 284 casi e 2 decessi nel casertano

  • Sfondata quota 1000 casi in Campania: superato il ‘limite lockdown’ annunciato da De Luca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento