rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità

Senza atti a 10 mesi dalla richiesta: Soprintendenza 'paralizzata' sul biodigestore

Sono stati chiesti documenti al Comune nel mese di febbraio, ma non sono ancora stati consegnati

La Soprintendenza non può esprimersi sul progetto del biodigestore a Ponteselice in quanto da oltre 10 mesi il Comune di Caserta non invia alcuni atti mancanti. E' quanto emerge da una nota inoltrata dal Soprintendente Mario Pagano a Palazzo Castropignano con la quale si segnala il mancato recapito della documentazione richiesta. 

In particolare a febbraio l'organo di tutela paesaggistica aveva segnalato come dall'esame della pratica trasmessa dall'Ente mancassero alcuni documenti tra cui gli estremi del piano Asi nel quale il progetto è previsto (con copia degli elaborati grafici di piano per l'area oggetto degli interventi) e l'attestazione di conformità del progetto rispetto alle previsioni del piano regolatore Asi. Atti che, a distanza di 10 mesi, non risultano pervenuti al punto che la Soprintendenza ha ribadito di non poter esprimere "pareri ed osservazioni" di propria competenza. 

Pareri ed osservazioni che sono necessari in quanto l'impianto va ad interessare "il sistema viario compreso nella più vasta area turistica culturale che comprende il complesso Vanvitelliano ed il viale Carlo III sottoposte a tutela" dalla Soprintendenza. 

Il comitato "Caserta grida No al bioDigestore anaerobico" ribadisce che la Soprintendenza non avendo ricevuto alcuna documentazione da parte del Comune di Caserta,  "sottolinea il mancato consenso a tale realizzazione - si legge in una nota - Il sindaco Carlo Marino continua a sperperare (quasi 2 milioni di euro) senza avere autorizzazioni, terreni, presenta progetti variando le altezze da 12 a 7 metri, scrive erroneamente ma volutamente "compost" di alta qualità, quando invece lo scarto di un digestore non potrà mai essere un fertilizzante ma solo veleno per le nostre terre. Ecco che la Soprintendenza ribadisce il concetto che Marino finge di non capire, non vedere: nessuno vuole dare pareri, si girano tutti dall'altra parte perché questo insediamento industriale altamente inquinante a Caserta non si farà".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza atti a 10 mesi dalla richiesta: Soprintendenza 'paralizzata' sul biodigestore

CasertaNews è in caricamento