rotate-mobile
Attualità

Soldi 'sospetti' nel casertano: 2746 segnalazioni alla Banca d'Italia

Il report della Uif sui dati del secondo semestre del 2022. Oltre 7 operazioni al giorno sono da considerarsi 'opache'

Un fiume di soldi 'sospetti' attraversa la provincia di Caserta. E' quanto emerge dalla fotografia che fa l'Unità di Informazione Finanziaria (Uif) della Banca d'Italia, che si occupa di acquisire informazioni e ricevere segnalazioni sulle operazioni economiche 'opache' al fine di prevenire fenomeni come il riciclaggio e il finanziamento ad organizzazioni terroristiche.

Secondo i dati diramati e riguardanti le attività svolte dalla Uif nel secondo semestre dell'anno scorso, in provincia di Caserta si registrano 1526 operazioni sospette segnalate con una variazione percentuale rispetto al primo semestre dello stesso anno del 25%, quando le segnalazioni si attestavano a 1220. Il totale per il 2022 è di 2746 movimentazioni di denaro considerate "poco chiare" e per le quali si sono rese necessarie ulteriori verifiche.

In soldoni (è proprio il caso di dirlo) i professionisti dell'antiriciclaggio hanno inoltrato alert per 7,5 operazioni al giorno. Rispetto al 2021, quando in totale le Sos (segnalazioni per operazioni sospette) inoltrate erano state 2330, si registra, dunque, un incremento del 17,8%.

A livello nazionale, nel secondo semestre del 2022, sono state 81228 le Sos inviate che ha portato il numero di segnalazioni a 155.426. Gli importi delle operazioni segnalate hanno superato i 51 miliardi di euro (circa 49 miliardi quelli relativi a operazioni effettivamente eseguite), contro gli oltre 47 miliardi nel secondo semestre dell’anno precedente.

L'Unità ha analizzato e trasmesso agli Organi investigativi 80.754 segnalazioni (69.659 nell’analogo periodo del 2021) e ha adottato 13 provvedimenti di sospensione di operazioni sospette per un valore di 105,3 milioni di euro.

Rispetto al secondo semestre del precedente anno, si rilevano incrementi per le SOS riferite a operazioni effettuate in tutte le regioni; i maggiori in termini assoluti si registrano in Campania, Lombardia, Lazio e Puglia. A livello provinciale, Milano, Crotone, Siena, Napoli e Roma si collocano ai primi cinque posti per numero di segnalazioni in rapporto alla popolazione. Nel semestre si è inoltre osservato un notevole incremento delle segnalazioni di operazioni sospette effettuate all’estero (1.627 a fronte delle 679 del secondo semestre 2021).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi 'sospetti' nel casertano: 2746 segnalazioni alla Banca d'Italia

CasertaNews è in caricamento