rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Attualità

Brancaccio lancia l'appello per il nuovo fronte repubblicano

Il coordinatore socialista: "Dobbiamo superare la visione socialdemocratica del '900"

Un appello a tutte le forze del centrosinistra è stato lanciato dal coordinatore provinciale dei Socialisti Francesco Brancaccio per la costruzione di un nuova alleanza repubblicana. “Basta con la visione di Socialdemocrazia da inizio 900, bisogna andare oltre con coraggio” afferma Brancaccio.

“La sua crescita non è stata favorita dall’ideologia del centro-sinistra come laboratorio del partito unico. La sinistra può rinascere solo se c’è una grande alleanza repubblicana e costituzionale che consenta a chi è contro queste destre di trovare spazio politico, iniziativa, cittadini elettori. In questo contenitore largo, plurale, radicato in comitati in tante città deve esserci posto per chi vorrà costruire la sinistra socialista ma anche per chi avrà voglia di mettere in campo altre culture. Ma al primo posto sull’Europa si parte dal fatto che siamo prima di tutto europeisti. Partendo dall’idea di Spinelli ed utilizzarla come la nostra bussola. Dobbiamo abbattere quella visione di socialdemocrazia da inizio 900 bisogna andare oltre, con coraggio. C‘è un bisogno urgente di un netto cambio di passo nel modo di fare politica perché ce lo chiede l’opinione pubblica e perché è il solo modo di acquistare credibilità agli occhi dell’elettorato, basta con il partito e dei partiti dell’Amarcord. In molte giunte garantiamo stabilità, governabilità e buona amministrazione, ma non sono più sufficienti per non farci travolgere dalla sfiducia e dal risentimento che circonda tutti i partiti". 

Ed aggiunge: "Occorre, dunque, trovare un modo nuovo di fare politica, anche perché la crisi è figlia della crisi dei partiti che in questo momento storico hanno bisogno di un radicale processo di trasformazione. Per questo siamo convinti che si debba spostare il baricentro del nostro agire politico dalle istituzioni alla società dove c’è la politica reale : i bisogni, le domande, gli interessi, i conflitti. Serve, dunque, un” partito laboratorio” un partito aperto dove è necessaria la partecipazione della comunità nelle grandi valutazioni propositive. Invito le altre forze politiche territoriali ad aprire un tavolo di confronto aperto al mondo dell’associazionismo ed alle liste civiche che si rivedono in un progetto di nascita di una“alleanza per la repubblica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brancaccio lancia l'appello per il nuovo fronte repubblicano

CasertaNews è in caricamento