rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità Lusciano

Crisi di maggioranza, sindaco all'angolo. "Basta inciuci e questioni personali"

Abate a muso duro contro Mariniello: "Adesso si inizia a governare"

L'ex consigliere comunale e coordinatore del movimento politico “Obiettivo comune”, Luciano Abate, che ha sostenuto alle ultime elezioni amministrative il sindaco attuale di Lusciano, Giuseppe Mariniello, attacca in maniera violenta il primo cittadino e la sua squadra: "E' giunto il momento di porre fine agli inciuci e di smetterla di far prevalere le questioni personali sulle esigenze comuni del paese. È necessario far ripartire questo territorio".

Abate sottolinea che "tutti abbiamo sostenuto e creduto nel progetto politico “Lusciano col cuore” con candidato a sindaco Giuseppe Mariniello, nato ed esposto come un progetto di cambiamento e progresso per il territorio Luscianese, e per questo condiviso da più parti politiche. È passato ormai un anno dall'ultima tornata elettorale ed è giusto che si faccia un’attenta riflessione sul risultato ottenuto ad oggi sotto il profilo politico-amministrativo dalla nuova amministrazione comunale"

Per l'ex consigliere comunale "la coalizione firmata Mariniello si è presentata alla collettività come improntata sul dialogo e sulla programmazione amministrativa territoriale, sulla riorganizzazione della macchina comunale, sulla sicurezza del territorio, sul rilancio del centro storico, del commercio, sulla viabilità, sul sostegno alle fasce più deboli. È invece da un anno che si discute di cose futili e irrilevanti per il nostro territorio, il quale ha bisogno di ben altro per rifiorire".

E quindi il messaggio diretto a Mariniello: "Forse è arrivato il momento di prenderti le giuste responsabilità, di fare delle scelte, e di riavvicinare quella parte politica “sana” che ha sostenuto questa coalizione e di allontanare, invece, tutti quei soggetti che non parlano di politica, che non fanno politica, ma tutt’altro, e che ad oggi sono stati i responsabili di questo fallimento. Facciamo ripartire questo paese iniziando a confrontarci sul programma reale e non sugli inciuci di palazzo o sulle questioni personali. Gli amministratori sono eletti dal popolo e i nostri elettori aspettano risposte concrete. E nonostante io non sia stato eletto e non abbia un ruolo amministrativo, continuo a portare avanti la mia passione per la politica, ma una politica sana, dando la mia disponibilità per un confronto costruttivo, affinché si possa iniziare a discutere finalmente di argomenti di utilità pubblica. Lusciano non merita tutto questo: la politica è serietà, e gli amministratori sono da ritenersi i principali responsabili laddove questa serietà non venga rispettata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi di maggioranza, sindaco all'angolo. "Basta inciuci e questioni personali"

CasertaNews è in caricamento