Inizia il 'repulisti' di Velardi: ridimensionato il dirigente che lo aveva denunciato

A Tartaglione tolti Lavori pubblici e Manutenzione, si occuperà di Tributi, Cimitero e Cultura

Il sindaco Antonello Velardi

Il sindaco di Marcianise Antonello Velardi inizia a mettere mano alla macchina amministrativa del Comune. E la prima ‘scure’ è finita sul dirigente Fulvio Tartaglione, con cui i rapporti non sono stati eccelsi (per utilizzare un eufemismo) neanche durante la prima amministrazione comunale guidata dal giornalista. Il quale, con proprio decreto, ha inteso confermare il dirigente nei settori Pubblica Istruzione, Cultura, Biblioteca, Sport a cui sono state aggiunge le deleghe a Tributi e Cimitero.

A Taratglione, però, sono stati revocati gli incarichi più “pesanti”, come quelli dei Lavori pubblici, Edilizia scolastica ed Espropri che Velardi ha inteso affidare al dirigente Fiorenzo De Cicco, già dirigente all’Ambiente, Ecologia, Urbanistica e Suap.

Tra Velardi e Tartaglione, come detto, i rapporti sono pessimi fin dalla prima legislatura. Tanto che lo stesso dirigente presentò una denuncia per mobbing nei confronti del primo cittadino di Marcianise che è stata definita proprio poche settimane fa, pochi giorni dopo la vittoria al ballottaggio di Velardi contro Dario Abbate, col ricorso del dirigente respinto dal giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

  • Altre 8 vittime del virus nel casertano ma i nuovi positivi sono in calo

Torna su
CasertaNews è in caricamento