rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Attualità Riardo

La decisione drastica del sindaco: stop all’acqua in una parte del paese che consuma troppo

La disposizione valida tra le 12,30 e le 16. “Centro storico a secco”

Il sindaco ‘chiude’ l’acqua nella parte pianeggiante di Riardo per permettere che ci sia approvvigionamento idrico anche nella parte alta e nelle zone periferiche. E’ la decisione drastica adottata dal sindaco Armando Fusco e comunicata ai suoi concittadini sui social.

“Il sindaco ha verificato che nella parte alta e nelle zone periferiche del paese da domenica vi è una carenza di acqua, ma le pompe di sollevamento e gli impianti di approvvigionamento idrico funzionano regolarmente, tant’è che nelle ore notturne non vi sono particolari disagi. Dato atto che con ordinanza sindacale è stato vietato l’uso di acqua per scoppi diversi da quello domestico, al fine di garantire a tutti la fornitura idrica, ma, purtroppo durante il giorno si registra un eccessivo e spesso ingiustificato consumo di acqua”.

Per questo motivo “ritenuto che, soprattutto in presenza delle attuali alte temperature, che spesso hanno sfiorato e sfiorano i 40 gradi, è necessario, a tutela della pubblica salute ed igiene dover assumere immediate decisioni per garantire a tutte le abitazioni fornite da rete idrica il dovuto approvvigionamento, è stato disposto “ad horas” che dalle ore 12,30 alle ore 16,00 venga sospesa l’erogazione idrica nella parte pianeggiante dell’abitato di Riardo, per consentire una adeguata fornitura idrica alle famiglie che risiedono nel centro storico (da piazza Vittoria al Castello)”.

“Questo Sindaco - continua la nota - ritiene che i provvedimenti drastici non si assumono mai a cuor leggero o con superficialità, ma dinanzi a situazioni particolari, come quella di tutelare la pubblica salute ed igiene è necessario intervenire con la dovuta determinazioni, visto che gli appelli al buon senso nell’utilizzare l’acqua potabile non hanno prodotto i risultati sperati, forse per comportamenti egoistici ed irresponsabili di alcuni che incuranti dei disagi che procurano agli altri consumano acqua per innaffiare orti, giardini, lavare auto o riempire “piscine”.  Comunque, ancora una volta si confida nella collaborazione dei Cittadini, anche per segnalare consumi di acqua per scopi non domestici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La decisione drastica del sindaco: stop all’acqua in una parte del paese che consuma troppo

CasertaNews è in caricamento