Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Cesa

Il sindaco difende il comandante dei vigili dopo la bufera: "Sua azione dà fastidio a qualcuno"

Guida elogia De Lucia ed evidenzia il lavoro sugli sversatori seriali: "In 15 giorni incassati oltre 1500 euro"

In 15 giorni il Comune di Cesa ha incassato 1550 euro dalle multe per lo sversamento abusivo di rifiuti. Lo rende noto il sindaco Enzo Guida.

"L'importo indicato non è il totale delle multe elevate ma è la somma che, materialmente, è confluita nelle casse del comune. Nei prossimi giorni sanzioneremo altri soggetti e quindi la cifra è destinata a crescere. Fino ad oggi le sanzioni in questione confluivano in un capitolo di bilancio più ampio, per cui diventava difficile distinguere la natura dei versamenti. Abbiamo chiesto all'ufficio Ragioneria di istituire un capitolo autonomo, in modo da avere conoscenza dell'importo che incasseremo, fino a fine anno, per questa voce - spiega Guida - Utilizzeremo questa cifra per finanziare opere di bonifica e migliorare l'ambiente".

Ma il sindaco approfitta per elogiare l'opera del comandante della polizia municipale Nicomede De Lucia, finito al centro di un esposto in Procura della Cgil sulla presunta mancanza di requisiti per ricoprire la carica di numero uno dei caschi bianchi cesani. "Da quando De Lucia guida l'ufficio stiamo finalmente avendo risultati sotto questo aspetto - evidenzia il sindaco - Evidentemente questa azione, a tutela dell'ambiente, dà fastidio a qualcuno. A breve l'intero sistema di telecamere sarà visionato da una società esterna. La giunta comunale ha già formulato un atto di indirizzo in tal senso agli uffici competenti, perché si individui una ditta che, oltre alla manutenzione, controlli le immagini e indichi, in maniera tempestiva, ai vigili tutti i tipi di infrazione. Rivolgiamo, infine, un invito ai cittadini alla collaborazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco difende il comandante dei vigili dopo la bufera: "Sua azione dà fastidio a qualcuno"

CasertaNews è in caricamento