Il sindaco chiude il ‘piazzale delle coppiette’

L’ordinanza ‘sfratta’ gli innamorati che si appartavano nella zona dello stadio per il problema rifiuti

Ordinanza del Comune di Casal di Principe contro gli 'sporcaccioni' ma anche contro le coppie che erano solite 'appartarsi' nei pressi dello stadio comunale. Il sindaco Renato Franco Natale ha ordinato di chiudere, per almeno 6 mesi, il piazzale che circonda su due lati il campo sportivo di via Vaticale. 

Praticamente il piazzale sarà aperto solamente dalle 8 della mattina fino alle 18 (quindi anche in occasione delle gare di calcio), ma poi subito alle 18 il piazzale sarà chiuso alle automobili e non potrà più essere 'sfruttato' dalle innumerevoli coppie che prediligevano questi spazi per scambiare affetto ed amore. 

La decisione del sindaco ha però, ufficialmente, una giustificazione che va ricercata nello "stato di pericolo" che sarebbe dovuto "al continuo abbandono di rifiuti, facilmente incendiabili", che hanno quindi costretto l'amministrazione a provvedere "con urgenza" alla "messa in sicurezza del sito, nelle more del monitoraggio dell'area". 

Il sindaco nell'ordinanza sottolinea infatti che nel piazzale nelle ore notturne vengono rilasciati nelle aiuole "rifiuti di ogni genere che compromettono il decoro del luogo". Questo ha creato un danno anche alle casse dell'Ente visto che "gli oneri incidono notevolmente sulle casse e quindi a carico della collettività". Poi ci si mette un "una polizia locale sotto organico" e quindi la situazione "non risulta controllabile". La decisione? Chiudiamo tutto dalle 18 alle 8, con buone pace degli innamorati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • 11 ARRESTI Spaccio di coca col 'permesso' dei Casalesi, sgominate le bande

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento