rotate-mobile
Attualità Vitulazio

Il Comune ordina lo sgombero della piscina

L’Ente contesta “grave morosità” alla società concessionaria dell’immobile

Trenta giorni per sgomberare l’immobile di proprietà del Comune di Vitulazio adibito a piscina comunale. E’ quanto si legge nell’ordinanza n. 17 del 27 aprile scorso, in cui il funzionario responsabile Cornelio Socci fissa l’ultimatum per far “sloggiare” l’associazione sportiva dilettantistica Caserta Sporting Club, firmatari della convenzione del dicembre 2014 con la quale veniva affidata loro la concessione di progettazione, costruzione e gestione del centro sportivo natatorio.

Dopo quattro anni dalla stipula dell’accordo il Comune ha contestato alla Hiydria Consortile, la società nata per la gestione dell’impianto, una serie di inadempimenti tali da costringere l’Ente a procedere alla risoluzione del contratto. Nel mirino erano finiti infatti l’esecuzione di “opere non regolarmente assentite”, oltre alla “grave e protratta morosità nel pagamento del canone concessorio” e “l’omesso rispetto dei termini contrattali per la regolare esecuzione delle opere”.

Lo scorso 23 aprile quindi, con delibera del commissario straordinario, il Comune ha comunicato la risoluzione del contratto “per grave inadempimento del concessionario”. Nell’ordinanza di sgombero l’Ente impone inoltre il ripristino dello stato dei luoghi, in particolare l’area esterna all’immobile interessata dallo scavo per la realizzazione della piscina esterna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune ordina lo sgombero della piscina

CasertaNews è in caricamento