Attualità Sant'Arpino

Lo sfogo del sindaco uscente: "Qui è un inferno, rinuncio nonostante la lista pronta"

Dell'Aversana mette in guardia i candidati: "Governare il Comune di Sant'Arpino è impossibile"

Il sindaco uscente Giuseppe Dell'Aversana

"Vi aspetta una fatica immensa e tanti sacrifici". Il sindaco uscente di Sant'Arpino, Giuseppe Dell'Aversana mette in guardia tutti coloro che si stanno impegnando per chiudere le liste elettorali e candidarsi alla carica di sindaco o di consigliere comunale per le elezioni del 3 e 4 ottobre. Un avviso fatto "per amore della verità e per rispetto del mio ruolo istituzionale", ha precisato il primo cittadino che lo scorso luglio ha ufficializzato la sua non ricandidatura alla fascia tricolore.

"Non credete che sia facile governare questo Comune - sottolinea Dell'Aversana - Non illudetevi di andare al palazzo ducale per dare ordini e trovare qualcuno che li esegua. Per fare questo servono impiegati a cui dare ordini e soldi con cui pagare gli ordini dati. Mancano gli uni e gli altri. Ho il dovere di avvisarvi, per scrupolo di coscienza che sarà molto dura. Io ho lavorato 24 ore al giorno e ho sofferto tantissimo. Nel 2016 nessuno mi aveva preavvisato delle immense difficoltà che avrei trovato  Costosi mutui da pagare, fallimenti di aziende comunali, debiti milionari. Se lo avessi saputo non mi sarei candidato. Molte cose le ho fatte, molte avrei voluto fare ma non ho potuto. Per questo ho il dovere di avvisare tutti gli aspiranti candidati che il Comune di Sant’Arpino è senza soldi in cassa, con poche entrate, con pochissimi impiegati comunali".

Per Dell'Aversana questi 5 anni sono stati "una tragedia vissuta sulla propria pelle". "Ho fatto sacrifici immensi per trovare finanziamenti extra bilancio comunale, insieme ai miei assessori e consiglieri siamo stati bravi a realizzare tante cose senza spendere soldi dalle casse comunali - afferma - Le critiche ci saranno. Rispettatele. Le critiche se fondate aiutano a crescere. Le critiche servono a migliorare il paese. Io le ho accettate quando erano fondate e ben riposte. Però scoprirete anche tanti “filosofi falliti” su Facebook pronti a sfogare le loro frustrazioni personali. Sempre pronti ad accusare il sindaco e spiegare cosa fare nonostante le loro vite piene di fallimenti. Insomma cari candidati munitevi di una santa pazienza ed avvisate le vostre famiglie dei sacrifici che le attendono. I primi a pagare sono figli, mogli o mariti. Rischi enormi vi attendono fra denunce e problemi contabili. Armatevi di coraggio!".

"Governare il Comune senza impiegati comunali negli uffici ha raddoppiato le mie difficoltà - aggiunge - Ho fatto sacrifici immensi ed ho sottratto tempo alla mia famiglia. Ho servito il mio paese con tutto me stesso. Sarà la storia a giudicarmi non 4 farabutti su Facebook. Il giudizio lo attendo sereno. Sono stanchissimo e per questo nonostante lista pronta e candidatura a sindaco sicura ho rinunciato a candidarmi. Il rischio di essere eletto era altissimo. Sono logorato sono stanco. Ad altri lascio questo obiettivo. La politica vuol dire servire il paese ed io l’ho servito con fatica ed onestà. Durante il mio mandato oltre al dissesto finanziario ho dovuto subire 22 pensionamenti senza poter assumere un solo impiegato. Ho lasciato peró in eredità al sindaco che verrà dopo di me, un bando per assumere otto nuovi impiegati comunali nei prossimi due anni. Purtroppo ne servirebbero almeno il doppio, ma servirebbero anche il doppio dei soldi. Un comune di 15mila abitanti ha una marea di servizi da dare alla gente. Senza uomini negli uffici comunali è impossibile farlo".

"Insieme ai miei assessori e consiglieri abbiamo dato il massimo e teniamo la coscienza a posto. A voi che ora giustamente e legittimamente aspirate a candidarvi vi auguro tutto il bene possibile nell’interesse di Sant’Arpino. Sappiate però che vi aspetta una vita d’inferno. Avevo il dovere di dirvelo", conclude Giuseppe Dell'Aversana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo sfogo del sindaco uscente: "Qui è un inferno, rinuncio nonostante la lista pronta"

CasertaNews è in caricamento