Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Dopo l'emergenza Covid riparte il Servizio civile: 36 ragazzi convocati in Comune

Il primo incontro col sindaco Mirra e l'assessore Rosida Baia

L'assessore Rosida Baia

Il progressivo ritorno alla normalità post emergenza consente, dal 24 giugno, di ripartire anche con i progetti del Servizio Civile che permetteranno a 36 giovani  di vivere un’esperienza formativa presso il Comune di Santa Maria Capua Vetere.

Il via libera è arrivato con il provvedimento a firma del Capo Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile che ha dato l’ok ai 41 progetti Amesci di cui 38 in Italia e 3 all’estero; tra questi rientrano anche i progetti presentati dall’amministrazione Mirra che, traendo spunto dagli ottimi risultati conseguiti dal 2017 ad oggi, vedranno il coinvolgimento di 36 ragazzi in percorsi relativi all’ambiente, alla promozione culturale e alle politiche sociali.

Il primo incontro con i giovani è previsto per mercoledì 24 giugno presso la sala consiliare del Comune e immediatamente dopo si partirà con i progetti “la cui reale efficacia – hanno dichiarato il sindaco Antonio Mirra e l’assessore Rosida Baia – è stata constata in questi anni. La ventata di entusiasmo ed energia portata dai tantissimi giovani negli uffici comunali viaggia di pari passo ad un aumento di risposte ed efficienza rispetto alle richieste di servizi che provengono dalla cittadinanza”.

In tale ottica l’amministrazione Mirra ha già definito l’iter per i programmi del Servizio Civile di Amesci anche per l’annualità 2021 che vedranno, in linea con il costante sguardo rivolto al futuro per le Politiche Giovanili, un ampliamento della platea dei destinatari con circa 50 giovani coinvolti per un totale di oltre 200 ragazzi dal 2017 ad oggi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'emergenza Covid riparte il Servizio civile: 36 ragazzi convocati in Comune

CasertaNews è in caricamento