Juventus-Napoli, senatore casertano firma interrogazione a 2 ministri dopo il caos

Santillo (5 Stelle): "Il valore costituzionale di riferimento per tutti dovrebbe sempre essere la tutela della salute, prima ancora di un qualsiasi altro interesse"

“E’ estremamente grave quanto accaduto nel fine settimana attorno alla partita del campionato di calcio Juventus-Napoli”. Lo afferma in una nota il senatore casertano del Movimento 5 Stelle Agostino Santillo che ha firmato una interrogazione ai Ministri dello Sport Spadafora e della Salute Speranza per capire “quali provvedimenti intendano prendere per tutelare sempre la salute all’interno delle società sportive, nonché per chiarire il valore delle ordinanze dell'Azienda Sanitaria Locale rispetto al protocollo amministrativo reso per il calcio professionistico”.

“Il valore costituzionale di riferimento per tutti dovrebbe sempre essere la tutela della salute, prima ancora di un qualsiasi altro interesse - spiega Santillo - Abbiamo invece dovuto assistere ad un balletto di accuse semplicemente vergognoso tra chi voleva spingere la SCC Calcio Napoli a violare scientemente la legge e l’ordine dell’ASL Napoli 2, non curandosi della quarantena, pur di arrivare a Torino. Magari anche infettando potenzialmente atleti della formazione avversaria per una partita di calcio, scatenando una rincorsa alla responsabilità sportiva che lede il principio di tutela della salute che dovrebbe essere, in una situazione come quella che stiamo vivendo, sempre al primo posto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“È evidente che – aggiunge il senatore casertano - nonostante siano stati elaborati dei protocolli ad hoc da parte della FIGC insieme al Comitato Tecnico Scientifico, ci sono dei vuoti da colmare per evitare il ripresentarsi di situazioni simili, in cui ci sono stati degli addetti ai lavori, pubblici ufficiali, vertici federali, che invece di ordinare il rispetto della legge e dei provvedimenti dell’autorità sanitaria locale, hanno richiesto ad una squadra di scendere in campo, pena la possibile punizione della sconfitta a tavolino e della penalizzazione di un punto in classifica. Per questo motivo, insieme ad altri 15 miei colleghi, ho presentato un’interrogazione ai Ministri dello Sport e della Salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento