Attualità

Scuole chiuse, il sindaco Marino ammette i problemi: “Non tutto funzionerà alla perfezione”

A poche ore dall’inizio dell’anno scolastico, l’esponente Pd manda un messaggio agli studenti

Mancano poche ore per la prima campanella nelle scuole di Caserta. Migliaia di ragazzi si apprestano a tornare tra i banchi sperando che la pandemia Covid gli regali un po’ di tranquillità dopo un anno e mezzo di grandi difficoltà.

Ma per un buon numero di alunni mercoledì sarà un giorno diverso. Come raccontato da Casertanews, ci sono problemi importanti in alcuni plessi a San Benedetto e San Leucio che non permetteranno il rientro in classe. E lo stesso sindaco Carlo Marino ammette le difficoltà. “Mi dispiace, non tutto funzionerà alla perfezione come avremmo voluto. Ancora qualche scuola è indisponibile, del tutto o in parte, per i lavori in corso, necessari per la sicurezza dei nostri bimbi. Non tutto funzionerà per quanto riguarda il traffico e i trasporti, avremo qualche assenza tra il personale. Eppure si riparte, e dobbiamo essere uniti e orgogliosi di questo risultato. Tutta la città deve stringersi intorno ai nostri ragazzi, ai docenti, al personale della scuola, ai genitori. La scuola è, lo abbiamo capito bene in questi mesi, relazioni umane. Prima di ogni altra cosa, prima che sui libri o ascoltando una lezione da un computer, la cultura e la conoscenza si acquisiscono insieme, discutendo, litigando, divertendosi. Non era possibile sostituire tutto questo con la “didattica a distanza”. Come altre cose che consideravano scontate, con la pandemia abbiamo riscoperto il valore della comunità, del fare le cose insieme. Ora tocca a voi, ragazzi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole chiuse, il sindaco Marino ammette i problemi: “Non tutto funzionerà alla perfezione”

CasertaNews è in caricamento