Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità

Lavori nelle scuole in ritardo, due plessi restano chiusi

Disagi per gli alunni di San Benedetto e San Leucio. Comune lavora a 'piano b' ma i genitori sono infuriati

I ritardi nella consegna dei lavori in alcune scuole casertane rischia di far slittare il suono della prima campanella. In particolare, disagi si registrano presso il plesso Pollio di San Benedetto - dove sono in corso interventi per l'adeguamento sismico, la riqualificazione e l'efficientamento energetico - ed il plesso 'Patturelli' della Collecini in via Vaccheria a San Leucio. 

Insomma, a poche ore dall'inizio della scuola in Comune si lavora senza sosta per garantire una classe a tutti gli studenti casertani. Preoccupa e non poco la situazione della scuola di San Benedetto. Sul sito dell'istituto la preside Rosaria Prisco ha avvisato che "le classi della primaria di San Benedetto frequenteranno regolarmente nel plesso di via Barducci" mentre "gli alunni della scuola dell'infanzia inizieranno le lezioni appena l'ente locale consegnerà l'edificio scolastico".

Ma i tempi di consegna sono piuttosto lunghi. L'assessore all'Edilizia Scolastica Alessandro Pontillo parla di "un paio di mesi". Troppi. Così a Palazzo Castropignano si pensa ad un 'piano b'. "Si sono conclusi i lavori al plesso di Santa Barbara - precisa Pontillo - Stiamo lavorando per far frequentare i bambini della Primaria di San Benedetto a Santa Barbara, con un sistema di navette che da San Benedetto porterebbero i bambini a Santa Barbara, mentre l'infanzia frequenterebbe l'asilo di via Barducci". Un progetto che potrebbe comportare comunque un ritardo nell'inizio dell'anno scolastico, almeno a lunedì 20 settembre. Un rinvio che è mal digerito dai genitori che stanno organizzando una protesta nel caso una simile ipotesi divenisse realtà fra due giorni. 

Diversa la situazione per la scuola primaria di San Leucio per il quale i lavori di adeguamento sismico termineranno non prima del 18 settembre. Per questo il dirigente scolastico Antonio Varriale ha adottato una soluzione 'in house' con i bambini della Primaria che frequenteranno il plesso di piazza SS. Maria delle Grazie (prime, seconde e terze) ed il plesso di Sala (quarte e quinte). 

Per il resto delle scuole di competenza comunale il cronoprogramma procede secondo i piani e quindi il prossimo 15 settembre per gli alunni e le alunne ci sarà il ritorno in classe. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori nelle scuole in ritardo, due plessi restano chiusi

CasertaNews è in caricamento