rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Attualità Cellole

Il sindaco supera De Luca: chiuse anche scuole superiori ed asili

L'ordinanza di Di Leone anche su bar, mercato, attività sportive: "Contatti stretti vanno in quarantena"

Scuole di ogni ordine e grado, comprese quelle dell'infanzia e le superiori, chiuse a Cellole fino al 16 gennaio. Lo ha deciso il sindaco Guido Di Leone che supera l'impasse generato dal braccio di ferro tra Regione e Governo ed emana l'ordinanza con cui è stata disposta la serrata.

“Ho appena sottoscritto una nuova Ordinanza Sindacale - commenta Di Leone - Come vi avevo già anticipato, siamo nella quarta ondata e dobbiamo superare insieme anche questo momento delicato. Ho bisogno dell’aiuto di tutti voi, con la massima responsabilità e comprensione. I casi positivi continuano a salire ovunque, ma noi a Cellole abbiamo già dimostrato di saperci muovere e comportare, in questa situazione d’emergenza sanitaria. Ci sono per la prima volta diversi bambini positivi, unica fascia non vaccinata, pertanto siamo costretti a prendere decisioni anche impopolari pur di mettere la loro salute al riparo. Siamo arrivati a 177 casi positivi accertati e a numerosissimi casi posti in quarantena preventiva".

Oltre alla chiusura di tutte le scuole, Di Leone ha disposto una serie di provvedimenti restrittivi: per i bar, pub e ristoranti il divieto di assembramento dentro e fuori dai locali. È consentito stare all’interno solo se viene garantito il distanziamento. Divieto di intrattenimenti musicali o altro, fino al 16 gennaio; sospensione di ogni attività sportiva per i minorenni sia in luoghi all’aperto che al chiuso fino al 16 gennaio; sospensione del mercato settimanale per la sola giornata dell'8 gennaio, ad eccezione del settore alimentare; sospensione di ogni attività di trattenimento ed intrattenimento presso tutti gli esercizi commerciali, somministrazione di alimenti e bevande e strutture ricettive; divieto di stazionamento presso ville, parchi, piazze e nei gli spazi antistanti le attività commerciali fino al 16 gennaio; l’isolamento domiciliare delle persone risultate positive ai test covid-19. Tale isolamento si estende ai famigliari o conviventi, entrati in contatto con la persona risultata positivo al test; divieto di stazionamento nell’area antistante l’Ufficio Postale; in caso di comparsa di sintomi la persona deve avvertire immediatamente il medico di famiglia e mettersi in isolamento.

Nel mirino del sindaco anche mascherine ed assembramenti. "Proprio per questo ho disposto il controllo da parte delle Forze di Polizia, operanti sul territorio comunale, del rispetto della presente ordinanza e dell’applicazione delle relative sanzioni. Cerchiamo di avere pazienza per almeno quindici giorni, usciamo insieme da questa quarta ondata per poi ripartire con forza e serenità", conclude.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco supera De Luca: chiuse anche scuole superiori ed asili

CasertaNews è in caricamento