"Scuole chiuse fino a Natale", il sindaco firma l'ordinanza

Porfidia: "Diffusione del Covid in calo, non vanifichiamo tutti gli sforzi fatti"

Gli istituti scolastici di Recale resteranno chiusi fino al 22 dicembre. Lo ha deciso il sindaco Raffaele Porfidia che ha firmato un'ulteriore ordinanza di proroga della sospensione delle attività didattiche in presenza. Il nuovo provvedimento riguarda le scuole di ogni ordine e grado, sia pubbliche che private. Dunque gli studenti torneranno tra i banchi (si spera in presenza) dopo l'Epifania.

Una scelta questa del primo cittadino dovuta all'emergenza coronavirus e già adottata da altri sindaci del casertano. "L'attuale situazione epidemiologica sul territorio comunale evidenzia un lievissimo miglioramento in merito alla diffusione del coronavirus - si legge nell'ordinanza firmata da Porfidia - E' necessario non vanificare tutte le azioni già espletate volte al contrasto ed al contenimento dell'epidemia. L'esercizio delle attività didattiche, sia direttamente e sia indirettamente per le ulteriori attività che esse generano, potrebbe rappresentare un aggiuntivo elemento amplificativo alla trasmissione del Covid-19".

La proroga della chiusura delle scuole fino al 22 dicembre anticipa di fatto la tanto attesa ordinanza del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il quale, dopo il passaggio in 'zona arancione' della Campania, potrebbe seriamente optare per una riapertura di elementari e medie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • Joseph Capriati operato in ospedale. Ricostruita la lite in casa col padre

  • Scuole chiuse, altri 3 sindaci firmano l'ordinanza di proroga

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

Torna su
CasertaNews è in caricamento