menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Norma Naim e Francesco Apperti

Norma Naim e Francesco Apperti

Scuola vicina a Lo Uttaro, 'Speranza' porta il caso in Consiglio

Naim e Apperti chiedono lumi sulla determina firmata dal dirigente Biondi che ha affidato un incarico diretto ad un architetto per verificare la compatibilità ambientale

“Dall’ultimo incarico affidato dal dirigente comunale Francesco Biondi abbiamo avuto conferma che l’iter avviato tre anni fa dall’amministrazione per la realizzazione di un plesso scolastico nel perimetro dell’area vasta di Lo Uttaro rischia di essere pericoloso per la salute dei piccoli alunni, anche alla luce di quanto emerso recentemente nel report che individua una relazione causale tra tumori e presenza di rifiuti”. A dichiararlo è la capogruppo di 'Speranza per Caserta' Norma Naim, che ha presentato una interrogazione, indirizzata oltre che al sindaco Carlo Marino anche agli assessori Alessandro Pontillo e Francesco De Michele, per chiarire i contorni della determina dirigenziale numero 133 del primo febbraio, attraverso cui Biondi ha affidato un incarico per verificare la compatibilità ambientale necessaria per realizzare una nuova scuola vicino Lo Uttaro.

“Con quella determina - continua la consigliera Naim - il Comune stanzia più di 5mila euro, per un affidamento diretto ad un architetto, finalizzato ad una valutazione di compatibilità ambientale del plesso scolastico nella zona Saint Gobain, anziché rivolgersi all’Arpac che, insieme all’Università Vanvitelli, si sta già occupando della verifica delle attività di caratterizzazione ambientale di tutta l’area vasta, a valere sulle risorse europee di cui il Comune è beneficiario”.

“Manca il coraggio, da parte dell’amministrazione, di affrontare, con il consiglio comunale e con la città, gli argomenti di interesse pubblico. Dopo anni ancora non si sono chiarite le intenzioni circa il plesso scolastico di via Roma. Anche nel piano triennale delle opere pubbliche - precisa il consigliere Francesco Apperti - si indica un intervento di ‘sostituzione edilizia’ per ‘sostituire’ la scuola primaria di via Roma e trasferirla in zona Saint Gobain. É arrivato il momento di dare risposte chiare ai casertani e ai genitori dei bambini che frequentano la scuola. L’amministrazione è intenzionata a chiudere la scuola di via Roma e di trasferirla alla Saint Gobain privando il centro cittadino di una struttura pubblica d’infanzia e primaria fondamentale?”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento