menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Giuseppe Guida

Il sindaco Giuseppe Guida

Da lunedì si torna a scuola: “299 tamponi negativi per alunni, docenti e bidelli”

Il sindaco Guida firma l'ordinanza per il ripristino della didattica in presenza per asilo e prime due classi delle Elementari

Finalmente un'ordinanza di apertura. E' quella firmata in mattinata dal sindaco di Arienzo, Giuseppe Guida, per ripristinare la didattica in presenza per le prime e seconde classi della scuola primaria e per la scuola dell’infanzia, pubbliche e private, presenti sul territorio comunale.

Si riparte lunedì 18 gennaio in totale sicurezza: dopo lo screening effettuato nella giornata di giovedì, che ha coinvolto alunni, docenti e personale Ata, facendo registrare un’alta percentuale di adesioni e 299 esiti negativi, si procederà, nel pomeriggio, con i tamponi per i bambini iscritti alla scuola dell’infanzia. Tutte le restanti classi, per le scuole di ogni ordine e grado, potranno invece riprendere le normali attività didattiche il 25 gennaio.

“Considerando il successo dell’iniziativa, che era assolutamente gratuita e volontaria, e le percentuali raggiunte con i nostri controlli - ha dichiarato il primo cittadino - possiamo riaprire in anticipo, solo per le classi e le scuole indicate, rispetto a quanto inizialmente stabilito e in totale sicurezza, come auspicato fin dal principio; siamo, inoltre, disposti ad effettuare altri tamponi, se necessari, e a prendere ulteriori precauzioni per garantire a tutti il maggior grado di tutela possibile”.

Le attuali disposizioni, oltre al ritorno tra i banchi, comprendono altre precise indicazioni sulle famiglie e sugli alunni disabili: in caso di tamponi effettuati da persone appartenenti al nucleo familiare di uno o più studenti rientrati in classe, vige l’obbligo di darne immediata comunicazione al sindaco, di tenere i bambini a casa fino alla consegna dei relativi esiti ed è fortemente raccomandato l’isolamento volontario di tutti gli altri componenti; per i bambini con disabilità e/o bisogni educativi speciali, sono consentite le attività in presenza, salvo decisioni differenti dell’Istituto scolastico per ragioni di contesto, e, in ogni caso, è garantito loro il prosieguo della didattica a distanza insieme alla propria classe.

Oltre alle regole dettate per questa prima fase, in mattinata il sindaco Giuseppe Guida e la delegata alla Pubblica Istruzione, Maria Grazia D’Agostino, hanno effettuato un giro di ricognizione nei vari plessi scolastici per accertarsi che ci fossero le giuste condizioni ambientali per la ripresa: si è così proceduto al preventivo riscaldamento di tutte le aule, per assicurare un ambiente caldo e più confortevole a tutti gli studenti che, lunedì, faranno ritorno in classe.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento