Attualità Aversa

Scuole senza riscaldamento, il consiglio d'istituto diffida il Comune

I rappresentanti dei genitori del 'Cimarosa' chiedono l'accesso agli atti: "Siamo al mese di dicembre e ancora non è stato effettuato il collaudo annuale e la prima accensione"

Edifici scolastici senza riscaldamento nel mese più freddo dell'anno. E' la situazione di disagio che si registra all'Istituto Comprensivo "Domenico Cimarosa" IV Circolo, dove i piccoli studenti hanno rischiato un rientro in aula post lockdown 'al freddo e al gelo', se non fosse per l'ordinanza firmata in extremis dal sindaco Alfonso Golia che ha deciso di non aprire in questo ultimo scorcio di 2020 la didattica in presenza. 

Sulla vicenda ora i genitori dei piccoli studenti vogliono vederci chiaro ed è per questo che i rappresentanti d'istituto hanno inviato al Comune un atto di diffida a messa in mora. Al centro della vicenda gli enormi ritardi accumulati dall'Ente di piazza Municipio, che ad oggi non ha ancora provveduto ad eseguire il collaudo annuale e le prime accensioni degli impianti di riscaldamento afferenti all'istituto "Cimarosa". Nonostante il lungo periodo di lockdown. "Da tempo la dirigenza scolastica sta sollecitando l'intervento del tecnico comunale incaricato al collaudo e alla prima accensione delle caldaie a servizio dei riscaldamenti degli edifici scolastici - si legge nell'atto di diffida - Nel silenzio dell'amministrazione comunale il dirigente scolastico (Mario Autore, nda) si è visto costretto anche a diffidare l'Ente affinchè procedesse a suddetta attività".

I rappresentanti d'istituto hanno presentato altresì una richiesta di accesso agli atti per verificare quanto effettivamente svolto dal Comune per la messa in funzione del riscaldamento: "Siamo ormai giunti al mese di dicembre, momento dell'anno in cui i riscaldamenti avrebbero dovuti già essere funzionanti da diverse settimane ed alle porte dei due mesi più freddi dell'anno - si legge nel documento inviato al Comune - Tale circostanze è del tutto inaccettabile e sicuramente non degna di una comunità che vuole definirsi civile. Chiediamo agli uffici preposti di svolgere nel più breve tempo possibile le attività di ripristino degli impianti di riscaldamento, al fine di evitare che i bambini ed i ragazzi che frequentano la scuola dell'Infanzia e la scuola primaria e la secondaria si vedano costretti ad entrare a scuola con l'impianto di riscaldamento spento ed a permanervi per molte ore, soprattutto laddove vi è la partecipazione alla mensa ed all'orario pomeridiano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole senza riscaldamento, il consiglio d'istituto diffida il Comune

CasertaNews è in caricamento