"Cugini e nipoti nominati scrutatori". 4 consiglieri denunciano la 'parentopoli in Comune'

Chieste le dimissioni di consiglieri ed assessori coinvolti

“Parentopoli capodrisana sugli scrutatori”. Le opposizioni chiedono le dimissioni degli amministratori coinvolti. Lunedì mattina la commissione elettorale si è riunita per la nomina degli scrutatori per la tornata elettorale di settembre. Hanno partecipato alla seduta il consigliere  Giuseppe Glorioso, il consigliere Michele Di Paolo, il vice sindaco Tommaso Fattopace ed il sindaco Angelo Crescente

Il consigliere Glorioso ha provveduto a designare gli scrutatori in quota alle minoranze consiliari attraverso un pubblico sorteggio. I membri della maggioranza hanno invece preferito procedere alla nomina diretta di 21 scrutatori effettivi e 21 scrutatori supplenti. 

“Questa volta però hanno superato ogni limite” dichiarano in una nota Roberta Argenziano, Anna Maria Cipullo, Giuseppe Glorioso e Filippo Topo. “Alcuni amministratori, senza alcun pudore, hanno nominato parenti, cugini e nipoti. Continuare a governare un territorio con metodi poco trasparenti e reiterare comportamenti clientelari è davvero vergognoso, soprattutto in un momento di estremo disagio e di ristrettezze economiche”. I consiglieri denunciano “in modo fermo questi comportamenti e chiedono le dimissioni dei consiglieri e degli assessori autori di questa “parentopoli” capodrisana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

Torna su
CasertaNews è in caricamento