rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Screening sui profughi dall'Ucraina: 8 positivi nei primi due bus

L'Asl prende tempo sulla campagna vaccinale in attesa del completamento dei cicli di tamponi

Sono 8 i casi positivi al coronavirus riscontrati tra i profughi giunti a Caserta dall'Ucraina. Lo confermano fonti Asl. Al momento sono giunti nel Capoluogo 3 autobus provenienti dalle zone di confine, l'ultimo dei quali arrivato all'ombra della Reggia poche ore fa ed accolto presso la caserma Ferrari Orsi della Brigata Garibaldi dove è tuttora in corso lo screening, con l'esecuzione dei tamponi.

Per quanto riguarda il primo autobus giunto a Caserta sono stati riscontrati 7 casi di positività (4 al primo screening ed altri 3 nel controllo a 5 giorni) mentre un altro positivo è emerso dai test somministrati al secondo bus e per il quale nei prossimi giorni verrà effettuato un nuovo ciclo di tamponi. 

Per questo al momento non è stata avviata una campagna vaccinale per le persone che scappano dalla guerra anche in provincia di Caserta. Campagna vaccinale che invece è iniziata già all'ospedale del Mare di Napoli con i primi 14 vaccini inoculati, tra cui quattro a minorenni.  

Intanto, domenica una delegazione della Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale – Life Church Caserta e dell’Associazione di Volontariato Life e con la partecipazione del giornalista Domenico Letizia è stata ricevuta presso il punto di raccolta, segnalatoci dal Consolato Generale dell'Ucraina a Napoli, di Capua ubicato presso la Chiesa Ortodossa di San Marcello. Il Consolato Generale dell'Ucraina a Napoli ha individuato dei punti di raccolta degli aiuti umanitari sul territorio della circoscrizione consolare (Campania, Calabria, Sicilia, Puglia), organizzando la logistica e indicando le prime necessità dei concittadini in Ucraina. Nel corso dell’incontro la delegazione ha ascoltato con grande attenzione le esigenze e le necessità logistiche ed umanitarie per contribuire alla raccolta. Francesco Perri, Tesoriere dell’Associazione Life, ha dichiarato: “Intendiamo offrire un fattivo sostegno a chi sta soffrendo in questo momento tanto difficile. Dai dati Istat del 2019 sappiamo che la Campania è la seconda regione in Italia per numero di cittadini di nazionalità Ucraina e come credenti sentiamo il dovere dell’accoglienza e la solidarietà. La prima iniziativa che abbiamo deciso di adottare è l’attivazione di un canale preferenziale dei nostri servizi dedicato a questa emergenza, coinvolgendo la nostra rete associativa”. Il giornalista Domenico Letizia ha dichiarato: "Abbiamo il dovere morale di aiutare il popolo ucraino in queste ore buie della nostra storia. L'aggressione russa merita una condanna internazionale e i rifugiati devono essere accolti dalla patria europea. Il mio sostegno va anche alla Presidenza ucraina e alle legittime richieste di adesione alla comune casa europea".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Screening sui profughi dall'Ucraina: 8 positivi nei primi due bus

CasertaNews è in caricamento