Si ferma la raccolta rifiuti, il sindacato conferma lo sciopero

La Fiadel ha indetto per giovedì 4 luglio una giornata di protesta

Non si ferma il muro contro muro tra il sindacato Fiadel, il Comune di San Felice a Cancello e la Buttol, società che gestisce il servizi di raccolta rifiuti. Il dirigente provinciale del sindacato, Giovanni Gaurino, ha infatti confermato lo sciopero indetto per la giornata di domani, giovedì 4 luglio, da parte degli operatori ecologici. Non si è riusciti ad arrivare ad un accordo per evitare lo stop di 24 ore alla raccolta rifiuti.

Sul ‘tavolo dello scontro’ ci sono infatti diverse questioni ritenute fondamentali per il sindacato. In primis, spiega Guarino, “mancano all’appello circa 6 lavoratori, quotidianamente assenti perché hanno raggiunto i limiti di età e per questo motivo sono stati collocati in pensione, ma la cosa assurda e sconcertante è che da circa 4 anni il Comune di San Felice predispone il pagamento dei corrispettivi alla Buttol rispettando il costo del personale determinato a suo tempo dall’originaria pianta organica che componeva gli atti di gara, praticamente come se nulla fosse accaduto, oltretutto, fatto ancor più grave, è che nessuno mai si è preoccupato di mettere mano alla Legge Regionale e provvedere al ricollocamento del personale proveniente dall’ex Consorzio Unico di Bacino, così come abbiamo sempre richiesto”.

Secondo il dirigente sindacale, nonostante i tentativi di arrivare ad una intesa con Comune e Buttol, “ambedue hanno palesemente snobbato i nostri inviti, sottovalutando un aspetto fondamentale, che la Fiadel, sindacato di maggioranza sul cantiere r.s.u. di San Felice, è un’organizzazione sindacale che mette sempre al primo posto i diritti dei lavoratori, piuttosto che favorire qualche interesse individuale di qualcuno”. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento