Operatori ecologici senza stipendio, proclamate due giornate di sciopero

La denuncia dell'Ugl: "Il periodo natalizio è in arrivo, serve un’immediata risoluzione per scongiurare un’emergenza rifiuti"

Due giornate di sciopero e un sit-in di protesta davanti al Municipio. La Ugl Igiene Ambientale annuncia la mobilitazione degli operatori ecologici del cantiere Rsu di Casapesenna. “Non abbiamo ancora alcuna indicazione circa la data in cui i lavoratori riceveranno le spettanze di settembre ed ottobre –afferma il dirigente sindacale della Ugl Igiene Ambientale, Giovanni Guarino - In attesa che la situazione torni presto alla normalità abbiano indetto un secondo sciopero per due intere giornate. Il 6 e 7 dicembre i lavoratori incroceranno le braccia, anche se malvolentieri, per pretendere i loro diritti”.

“Eppure l’attuale azienda – continua il sindacalista -  opera sul territorio di Casapesenna da quasi 4 mesi, mentre i lavoratori hanno percepito appena un solo stipendio, quello di agosto. Bisogna fare presto, il periodo delle festività natalizie è in arrivo, serve un’immediata risoluzione per scongiurare un’emergenza rifiuti sotto l’albero di natale. Per questa ragione venerdì prossimo saremo al Comune sperando di essere ricevuti dal sindaco Marcello De Rosa e chiedere allo stesso un intervento risolutivo, attraverso l’applicazione dei poteri sostitutivi. Una soluzione al momento praticabile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

Torna su
CasertaNews è in caricamento