Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Un casertano a capo dell'ispettorato per la repressioni delle frodi agro-alimentari dell’Italia Meridionale

Salvatore Schiavone torna in Campania dopo l’esperienza nel Centro Italia

Salvatore Schiavone torna in Campania a guidare il reparto 'repressioni frodi' del Ministero delle Politiche Agricole

Un altro incarico importante per il dirigente casertano Salvatore Schiavone, ex comandante della polizia municipale di Maddaloni e Santa Maria Capua Vetere.

Da maggio, infatti, Schiavone è il nuovo responsabile dell’Ispettorato della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agro-alimentari (ICQRF) dell’Italia Meridionale che fa capo direttamente al Ministero per le politiche agricole e forestali.

Un incarico di prestigio per l’ex comandante della polizia locale. L’Ispettorato esegue controlli nel comparto agroalimentare lungo l’intera filiera produttiva e commerciale per la verifica dei requisiti merceologici e qualitativi dei prodotti.

Nel corso dei controlli sono verificati la conformità dei processi produttivi;  la regolare tenuta della documentazione ufficiale;  la correttezza e veridicità delle informazioni riportate nel sistema di etichettatura e presentazione dei prodotti.

Nel corso delle ispezioni sono prelevati anche campioni dei prodotti controllati, sottoposti in seguito ad analisi chimico-fisiche e, in alcuni casi, anche organolettiche utilizzando la propria rete di laboratori specializzati per settore merceologico, che rappresentano il punto di forza della struttura.

Schiavone torna in Campania dopo l’esperienza nel Centro Italia dove si è distinto per diverse operazioni di repressioni di frodi alimentari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un casertano a capo dell'ispettorato per la repressioni delle frodi agro-alimentari dell’Italia Meridionale

CasertaNews è in caricamento