Vigili del fuoco e Marina Militare in festa per la loro Patrona | FOTO

Il Covid non ferma la ricorrenza di Santa Barbara. Don Osvaldo: "Abbiamo bisogno di questi momenti importanti specialmente in questo periodo delicato"

Vigili del fuoco e Marina Militare nella Parrocchia di San Rufino Vescovo a Mondragone

Seppur in forma sommessa e nel rispetto delle misure restrittive anti-Covid è stata celebrata, presso la Parrocchia di San Rufino Vescovo a Mondragone, la ricorrenza di Santa Barbara patrona della Marina Militare e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

La celebrazione eucaristica, officiata da don Osvaldo Morelli, ha visto la partecipazione del personale dell'ufficio locale marittimo della Guardia Costiera di Mondragone (comandante Giovanni Mascolo, comandante in seconda Stephan Longobardi, ex comandante Salvatore Sciaudone, sottocapo Michelangelo Sposito, sottocapo Davide D'Alessandro, sottocapo Bernardo Marrese, sottocapo Luca Tibello) e del distaccamento dei vigili del fuoco di Mondragone (capo distaccamento Francesco Granata, caposquadra Giosuè Cicatiello, vigile coordinatore Salvatore Muzzillo, vigile esperto Mario Manna, vigile coordinatore Achille Sperlongano, vigile esperto Mario Torriero, vigile esperto Giovanni Ruotolo).

A sirene spente giusto il tempo della celebrazione eucaristica, tra quegli scranni erano seduti degli uomini che si affidano quotidianamente alla loro Patrona Santa Barbara, che è l'esempio della serenità al sacrificio di fronte al pericolo, senza la possibilità di evitarlo. "Oggi sempre più la società va avanti per inerzia, dove il raccogliersi in preghiera sembra essere quasi un'eccezione - ha sottolineato don Osvaldo - Abbiamo bisogno di questi momenti importanti specialmente in un periodo così delicato per la nazione e per gli uomini e vedervi così proiettati con devozione verso Santa Barbara mi ricorda che voi rispecchiate quegli ideali di abnegazione, impegno e sacrificio che troppo spesso vedo difettare nei giovani. Voi per l'intera comunità siete un punto di riferimento importante".

Sul pulpito si sono susseguiti nella lettura della preghiera del marinaio il sottocapo Davide D'Alessandro ed in quella del vigile del fuoco Salvatore Muzzillo. Parole intense e commosse che sono giunte nella loro pienezza al cuore dei presenti. La benedizione finale è stata affidata al comandante della Capitaneria di Porto mondragonese Giovanni Mascolo e al capo distaccamento dei vigili del fuoco di Mondragone Francesco Granata. Una ricorrenza tenutasi sì in una versione più contenuta per via dell'emergenza epidemiologica in atto, dove lo sguardo però non si è mai distolto dall'orizzonte della speranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento