"Lungomare blindato per Salvini, turisti costretti a lasciare Mondragone"

La denuncia del consigliere Corvino: "Alla vista delle forze dell'ordine c'è chi ha deviato per altre mete. Così non si aiuta". Graziano: "Una passerella della quale non sentivamo il bisogno..."

Matteo Salvini sul lungomare blindato dalle forze dell'ordine

Matteo Salvini torna a Mondragone per l’ennesima passerella di cui, sinceramente, non sentivamo il bisogno". Lo dichiara il consigliere regionale del Partito Democratico e presidente della commissione Sanità Stefano Graziano. “Lo fa in una città blindata, mentre da ex ministro dell’Interno ha ignorato, invece, le richieste di rinforzo per continuare la lotta serrata ai clan; lo fa organizzando tutto all’ultimo secondo. Lo fa per evitare contestazioni, quelle che nei giorni scorsi hanno messo a nudo la sua strategia fatta di strumentalizzazioni e cercando di cavalcare la grande tensione sociale scaturita dall’accendersi di un focolaio. Noi le offese non me abbiamo dimenticate. Salvini aizza gli animi e cade invece in uno scivolone senza precedenti. Solo chi vive questo territorio sa quanto sia difficile, desertificato dalla malavita, scosso da una crisi globale senza precedenti che torna a rendere difficile la convivenza”."Questo territorio- aggiunge Graziano - ha bisogno di ben altro che attacchi, di scelte coraggiose e di investimenti, di servizi, non di parole vuote che giungono dopo anni di veleni. Siamo e staremo dalla parte dei cittadini, di chi in questa terra ha deciso di restarci e di creare opportunità serie di sviluppo e contrasto alla criminalità organizzata e mai ci lasceremo usare come miccia per innescare una guerra tra poveri che rischierebbe di pregiudicare il presente ed il futuro. A chi per anni ha seminato solo odio abbiamo risposto con i fatti e con un piano economico e sociale senza precedenti, risanando l’intero settore sanitario e agito con tempestività garantendo la tutela della salute dei cittadini. Non ci lasceremo sfruttare, non ci lasceremo sacrificare sull’altare della propaganda elettorale", conclude.

“Impedito ai turisti di andare al mare per l’arrivo di Salvini”

La visita del leader della Lega ha creato problemi anche ai villeggianti che cercavano di raggiungere le spiagge. Lo ha denunciato il consigliere comunale di Mondragone Vincenzo Corvino: “Ho assistito stamattina alla scena di villeggianti che timidamente cercavano di raggiungere i nostri lidi e che alla vista delle forze dell'ordine ha deviato per altre mete”. Eppure, sottolinea l’amministratore, “Il sindaco Virgilio Pacifico aveva offerto la possibilità di un incontro istituzionale presso la casa comunale, ma si è preferito una pubblica manifestazione ancora intempestiva a mio a avviso, perché è ancora in atto l'emergenza sanitaria e ancora sono presenti gli esiti di uno scontro sociale che ha ferito sul piano della  immagine la nostra comunità”. E così “mentre il sindaco è impegnato per garantire assistenza sanitaria e supporto materiale ai cittadini, soprattutto quelli colpiti da quarantena, qualcuno per puri scopi elettorali impegna risorse economiche e forze dell'ordine senza alcun rispetto per il momento difficile e delicato che la città affronta. Spero che prevalga il buon senso e che siano apprezzate le bellezze e l'ottima offerta turistica della città anche in considerazione di un elevato livello di sicurezza sanitaria attestato dagli screening di massa appena conclusi”.

vincenzo corvino consigliere mondragone-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

  • La Dea bendata bacia il casertano: vinti 100mila euro

Torna su
CasertaNews è in caricamento