rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Attualità

Oltre 1600 pratiche bloccate al Genio Civile: "Situazione insostenibile che paralizza edilizia"

La consigliera regionale Antonella Piccerillo presenta l'interrogazione a De Luca

Oltre 1600 pratiche arretrate al Genio Civile di Caserta. Lo denuncia la consigliera regionale della Lega Antonella Piccerillo che fa sue le segnalazioni di numerosi professionisti su  interminabili ritardi, procedure anomale e impossibilità di ottenere chiarimenti soprattutto sulle pratiche per l'ottenimento dell'autorizzazione sismica.

Per Piccerillo si tratta di "un modus operandi tutto particolare, quello degli uffici del Capoluogo di terra di Lavoro, per niente simile a quello adottato dagli uffici omologhi delle altre province campane che, infatti, non pare vantino arretrati considerevoli. Tra l’altro, secondo disposizioni dall’alto, sembrerebbe che i funzionari entrino nel merito delle pratiche invece che limitarsi a un controllo formale della documentazione allegata alle stesse e che consentano l'accesso solo tramite appuntamento ed esclusivamente per consegnare vecchie integrazioni. I recapiti telefonici del suddetto ufficio, presenti sul sito della Regione Campania, o non sono attivi o, peggio, a rispondere sono persone senza le dovute qualifiche o comunque pronte a risolvere le problematiche dei tecnici; infine, le comunicazioni a questi ultimi avvengono costantemente oltre i termini fissati dalle norme vigenti".

"La situazione è insostenibile e ha bloccato gran parte del comparto edilizio privato - afferma il Consigliere regionale della Lega, Antonella Piccerillo - La Giunta regionale ci dica quali soluzioni è disposta ad adottare al fine di scongiurare conseguenze sul lavoro di seri professionisti che oggi si trovano un blocco di oltre 1600 pratiche. Il divario tra Caserta e le altre provincie di Salerno, Napoli, Benevento e Avellino è incredibile: mentre a Salerno impiegano meno di 3 mesi a rilasciare autorizzazioni, siamo l'unico capoluogo di Provincia a essere limitato nelle procedure di avvio lavori e con tempi di rilascio che superano l’anno. E' inaccettabile il disinteresse da parte della Giunta regionale che sta facendo orecchie da mercante a una situazione che oramai va avanti da anni. Vogliamo sapere se è vero che le procedure siano difformi e, se si, quali siano le ragioni. Ma vogliamo conoscere anche le conseguenze registrate fino a oggi, perché se i problemi sono burocrazia e carenza di personale dobbiamo impegnarci fin da subito per semplificare i regolamenti e rafforzare l’organico".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 1600 pratiche bloccate al Genio Civile: "Situazione insostenibile che paralizza edilizia"

CasertaNews è in caricamento