menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I disagi nella consegna della corrispondenza postale

I disagi nella consegna della corrispondenza postale

Bollette consegnate in ritardo, il sindaco 'infuriato' diffida le Poste

Cittadini costretti a pagare le more o addirittura a subire il distacco improvviso delle utenze. Lavornia: "Con il passare delle settimane la situazione sta divenendo insostenibile"

Il sindaco di Dragoni Silvio Lavornia ha inviato una nota di diffida a Poste Italiane. Alla base della decisione del primo cittadino le numerosissime segnalazioni circa i ritardi nel recapito della corrispondenza postale presso le utenze domestiche, commerciali ed uso ufficio ubicate sul territorio comunale.

"In moltissimi casi, viene segnalata addirittura la mancata consegna della posta che si protrae da settimane con grave danno per l’utenza e per le attività insistenti nella nostra comunità, in particolar modo bollette e fatturazioni per la fornitura di energia elettrica, servizio di telefonia fissa, canoni idrici, tributi locali e tariffe per servizi a domanda individuale che, a fronte del mancato pagamento del corrispettivo nei termini di scadenza, hanno generato more, interessi, oneri per ritardato pagamento e, in alcuni casi, addirittura il distacco delle utenze non essendo stato consegnato neppure il relativo preavviso al domicilio degli intestatari", ha sottolineato il sindaco Lavornia.

Molteplici sono state le segnalazioni e le richieste di intervento fatte dai cittadini alla responsabile del centro di distribuzione postale di Piedimonte Matese, ma ad oggi il disagio continua a gravare sulla comunità.

"Con il passare dei giorni e delle settimane, la situazione sta divenendo insostenibile anche perché i cittadini, a fronte del mancato riscontro alle numerose segnalazioni presso Poste Italiane, continuano comprensibilmente a richiedere l’intervento del Comune, pur non avendo esso alcuna competenza in merito, dato che l’azienda è privata e non dipende in alcun modo dall'Ente", ha concluso Silvio Lavornia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento