Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Il Comune vince la 'battaglia' giudiziaria contro la titolare del ristorante

I giudici del Tar respingono il ricorso: "Si deve pagare la multa"

Il Comune di Prata Sannita vince la 'battaglia' dinanzi al Tar sul ricorso presentato da Filomena Russo, titolare del ristorante-piscina 'Lete' in contrata Calonica. La querelle giudiziaria inizia col ricorso presentato il 29 aprile scorso dalla signora Russo, titolare dell'attività di ristorazione e di bar, col quale si chiede l’annullamento del provvedimento del Comune (del 19 dicembre 2018, notificato in data 21 gennaio 2019), con la quale il Comune di Prata Sannita sanziona la l'attività per 18240 euro per "opere eseguite in assenza e difformità del titolo edilizio ma non demolibili", poiché la demolizione pregiudicherebbe la restante parte di immobile. E questo in base anche alla "perizia di stima per la determinazione dell’aumento del valore venale della struttura turistico – ricettiva ubicata nel Comune di Prata Sannita a seguito della realizzazione di opere eseguite in difformità del permesso a costruire".

Per i giudici della sezione ottava del Tribunale Amministrativo Regionale della Campania però il ricorso deve essere respinto. E Filomena Russo è stata anche condannata al pagamento di 1.500 euro in favore del Comune di Prata Sannita, a titolo di spese, diritti e onorari di causa, oltre accessori di legge. Che vanno ad aggiungersi alla sanzione che quindi dovrà, necessariamente, essere pagata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune vince la 'battaglia' giudiziaria contro la titolare del ristorante

CasertaNews è in caricamento